Wikipedia:Circulu/Archiviu 11

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search

Entusiasmu[cancia la surgenti]

Salutamu,
chista è a prima vota ppì mia ca scrivu ntâ lu circulu.
Vulia diri ca staiu pruvannu nu gran piaciri a travagghiari ntâ Wikipedia siciliana.
Provu na granni suddisfazzioni a cullabburari a stu beddu proggettu.
Grazzie a tutti.
--Trinacria (msg) 23:08, 16 utt 2008 (CEST)

Smiley.svg--Santu (msg) 23:21, 16 utt 2008 (CEST)

Grazzi a tia! --πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 23:34, 16 utt 2008 (CEST)
401px-USS Reeves CG24 29 Qingdao Harbor 1986 - cold war smileys enlarged.jpg Trinacria, mi fa biramenti piaciri ca ti stai arricriannu... Maurice Carbonaro (msg) 10:26, 17 utt 2008 (CEST)
  • Ciau Pippu, aieri fui ô Ciumifriddu e ci purtai i tò saluti.--Santu (msg) 23:54, 16 utt 2008 (CEST)
Annotazzioni: Santu scrissi nu missaggiu a πιππίνυ δ assira ei 23 e, cosa strana, lu matimàticu e lòggicu ngrisi Alan Turing nasciu a Londra lu 23 di giugnu 1912. Maurice Carbonaro (msg) 10:33, 17 utt 2008 (CEST)

Funética siciliana[cancia la surgenti]

Salutamu carusi,

vulía sulu fáciri-vi-nni addunari di na parrata ca stava facennu cu Pippu. Mi dissi di scríviri videmma ccá acussí putiti videmma vuautri díciri la vostra.

Dunca, putiti vídiri ccá zoccu scrissi eu, e ccá zoccu scrissi iddu.

E ora ccá v'arrispunnu tutti a l'úrtima rispusta di Pippu. E aspettu li vostri rispusti. Se non capite qualche parola, cercatela alla fine della risposta perché ho messo lì qualche definizione.

Tannu, sugnu di cummegna ca esti disfácili sapiri saca s’avi a sicilianizzari nu términu stranceri, ma sicunnu a mia nun esti pi necca disfácili sapiri comu s’avi a sicilianizzari nu términu stranceri picchí li réguli cci sunnu.

Pi chiddi ca nun l’annu siquutu lu discursu, stamu parrannu di lu términu “Bilbao” e comu l’amu a sicilianizzari, o “Bilbau” o “Birbau”.

Dicisti ca “nun sugnu sicuru siddu si pò diri c’asisti nu sistema pricisu senza ccizzioni…”.

Facimu accura a li mutti ca usi, “nu sistema pricisu senza ccizzioni”. Ccá dintra cci sunnu dui idei diversi, ‘nu sistema pricisu’ e ‘nu sistema senza ccizzioni’. Parru eu di la prima.

Ma cc’esti pi forza “nu sistema pricisu” cu rispettu a la funética siciliana. Lu sistema nun dici ca L addivena sempri R o ca addiventa sempri U, ma dici sí ca addiventa sempri o quasi sempri n’autra cosa, o R, U o casca. Chistu lu paradimma esti, e chiaru assái esti. Parrasti di la teoria dei suoni di Pitré. Dunca, parramu-nni:

    L In principio raramente soffre cambiamenti; per apposizione55 (come articolo prepositivo) si trova in lapa (apis, come nell’antico toscano), loppiu presso a oppiu (opium).56

    Nel mezzo è rimasto originariamente l57 in fileccia (tosc. freccia, dalla voce olandese flits, m. a. t. vliz), pilucca (tosc. perruca, parrucca, franc. perruque, da piluccare=pilare). Si raddoppia in dilluviu (diluvium).58

    Molto spesso muta in r: per assimilazione: burrari (tosc. burlare, da burrula, burla), Carru (Carolus), carrinu (tosc. carlino), ferra (ferula), merru (merulus), parrari (tosc. parlare, da parabolare); tra vocali: pillora59 (tosc. pillola); avanti suoni palatali (c): arca (alga), arcova (tosc. alcova, dall’arabo al-gobbah), archimia (arab. al-kîmîa, gr. mod. αρχημια), barcuni (a. a. t. palcho), curcari (collocare), cavarcatura (tosc. cavalcatura), purci (pulicem), quarcunu (qualisquam unus); avanti suoni dentali (t, d, s, n): scertu (tosc. scelto, exelectus), urtimu (ultimus), mardittu (maledictus), gersuminu (tosc. gelsomino, arab. jâsamûn), giarnu (tosc. giallo, franc. jaune, originalmente jalne da galbinus); avanti suoni labiali (p, b, v, f, m): corpu (colpo), purpa (pulpa), surfaru (sulphur), marva (malva), purvuli (pulverem), sarvaggiu (silvaticus), sarvari (salvare), sarvia (salvia, tex. Salbei), ermu (tosc. elmo, ted. Helm), parma (palma); dopo i suoni palatali: cresia (ecclesia); dopo i labiali: cataprasima (καταπλασμα), praja (plaga), praci (placet), prattu (tosc. piatto, da platt),60 affrittu (afflictus).

    Con questo61 spesso ha luogo la trasposizione della r: cravaccari (tosc. cavalcare, presso a carvaccari), friscari62 (tosc. fischiare, da fistula, fiscla=flisca), pruvuli (pulverem) quasi lo stesso di63 purvuli, primuni o prumuni (pulmonem).

    Più raramente la l passa in n, come in perna (toscano perla, a. a. t. perala, berala).

    Avanti i suoni linguali (t, d, s, z) la l mutasi in u: autari (altare) ed otari, autu (altus), feutru (tosc. feltro, dalla voce lat. barbara filtrum), sautari (saltare), e sotari, sautu (saltus), caudu (calidus), fauda (tosc. falda, dallo a. a. t. falt), ceusu (tosc. celsa, gelsa), fausu (falsus), meusa (tosc. milza, dall’a. a. t. milzi), sausa (salsa), sosizza64 (tosc. salsiccia); più raramente avanti c: cauci (calcem), fauci (falcem). Presso la u-suono che precede65 (ed anche o), sparisce del tutto dopo che si è vocalmente scomposto:66 ascuta (asculta), cuteddu (da culter), pusu (pulsus), ricotu (re-collectus, tosc. raccolto), rivutari (re-vo-lutare), sciotu (tosc. sciolto, da exolutus), vuturu (volturem), vota (voluta), vosi (volsi da voluit), nel modo stesso che in scavu (tosc. schiavu, ted. Sclave), fanella (toscano flanella, forse da velamen).


59 Evidentemente è voce di parlata non del dialetto del popolo, che ha pillula, e più comunemente pinnula.
60 Prattu per piattu ecc. è del basso volgo.
61 [«inoltre»]
62 In Salaparuta fiscari.
63 [«accanto a»]
64 Voleva dire sausizza come pure si trova in alcuni scrittori antichi, e come dicono in mezza Sicilia.
65 [«vicino ad un suono u precedente»]
66 [«dopo che si è vocalizzata»]


Dunca nun dicu ca nun cci putissi siri quarchi accizziuni. Ma vistu chistu mi pari chiaru ca cc’esti pi forza nu sistema pricisu, e nu paradimma troppu chiaru ca n’addimustra ca L anti a li cunzunanti mai o quasi mai arresta.

E inta lu nurmalizzari e lu sicilianizzari di li términi stranceri, putimu sulu séquiri li paradimmi ca avimu. E lu paradimma di ccá susu esti chiaru chiaru inta lu fattu ca “Bilbao” inta lu sicilianu si facissi “Birbau”. Nun sugnu eu ca lu dicu, sunnu li fatti, e fu pi prima nu sicilianu, Klone, ca lu dissi videmma.

Pi chistu, sicunnu a mia s’avi a scríviri o 1) Bilbao, cu nu sbeddu di /’birbau/ o /bir’bau/, o 2) Birbau. Ma necca Bilbau.

Chi nni pinzati vuautri?

ΜΙΧΑΗΛΑΚΗΣ ΣΚΑΛΟΙΣΙ


di cummegna = d’accordo
esti = è
disfácili = difficile
saca = quando
stranceri = straniero
necca = niente
muttu = parola
siri = essere
sbeddu = pronuncia

  • Ciau Micheli. Secunn'a mia e secunn'a la funètica siciliana "Bilbao" addiventa 'n sicilianu "Birbau" ! Pirò... c'è un pirò. Ntâ l'artìculu Bilbao si scigghìu di titulàrilu cû sò nomu ufficiali spagnolu, ca è [Bilbao], e appoi ci foru fatti li rinnizzzamenti cu Birbau e Bilbau. Tanti àutri artìculi sù fatti accuddì, p'asèmpiu Novu Galles dû Sud ca veni rinnizzatu cô tìtulu principaliNew South Wales.



Salutamu Santu. Grammirzí pi li vostri pinzeri. Mi fici tantu rigghiu inténniri ca ti parsi bonu videmma a tia. E cu lu tó "pirò" cci sugnu di cummegna. Comu dissi, "sicunnu a mia s'avi a scríviri o 1) Bilbao, cu lu sbeddu di /'birbau/ o /bir'bau/, o 2) Birbau".

Pi quantu arrivarda li noma stranceri, mi pari ca fussi troppu disfácili sicilianizzari-li tutti inta la scrittura, picchí lu sicilianu avi assái réguli funétichi únichi e particulari. E pi chistu mi vadi bonu lassari-li comu foru inta la lingua urigghinali, abbasta ca arrinnimu chiaru lu sbeddu sicilianu. Intamiá, inta l'artículu di Bilbao, avimu a scríviri: Bilbao (sbeddu sic. ['birbau]).

A l'accabbata mi parsi megghiu lassari la scrittura di nu muttu stranceri e manténiri nu sbeddu sicilianu, ca sicilianizzari mali nu muttu stranceri. Lu primu nun faci necca a la lingua siciliana, difatti, lu muttu, picchí la lassamu comu fu, nun faci facciolu di siri sicilianu. Lu sicunnu parò, siddu lu muttu veni sicilianizzatu mali, poti fáciri dammagghiu a la lingua siciliana picchí idda si dichiara comu muttu sicilianu mentri difatti nun lu esti. Chistu minti a pirículu la lingua siciliana. Prifirisciu la prima assidditta.

Mi párinu boni li rinnirizzi, picchí videmma siddu cc'esti "Bilbau", si vidi ca la traduzziuni accittévuli esti "Bilbao". E poi ddá inta la págghina di Bilbao, siddu pinzati comu a mia, si poti légghiri lu sbeddu sicilianu. A mia mi pari migghiuri chistu.

Tannu, comu dissi, m'importa chiassái ca mantinimu l'intigritati di la funética siciliana, ca avi di sicuru di li paradimmi chiari chiari. Pi chistu, cu rispettu a li noma, mi pari accittévuli lassari-li stari. Ma addunati-vi ca pi mia chistu nun abbali pi necca pi l'autri mutti. Li mutti, sicunnu a mia, s'annu a adattari a la funética siciliana prima di putiri-si cunziddirari siciliani. Ma cu li noma suli nun poti siri.

Spiru ca mi fici cumprénniri, e ca cci simu di cummegna.

Salutamu,

ΜΙΧΑΗΛΑΚΗΣ ΣΚΑΛΟΙΣΙ


grammirzí = grazie
rigghiu = piacere
videmma = anche
di cummegna = d'accordo
stranceri = straniero, -i
disfácili = difficile
vadi = va
arrinnimu = rendiamo
intamiá = ad esempio
accabbata = fine
muttu = parola
sbeddu = pronuncia
faci = fa
necca = niente
facciolu = finto
poti = può
dammagghiu = danno
esti = è
accittévuli = accettabile
assidditta = scelta
légghiri = leggere
intigritati = integrità

  • Ciau Michiluzzu, Santu e tutti - zoccu ti dissi Santu era chiddu ca ju ti vulìa diri, ca la reula si tratta di una cosa, ma poi ditirminari lu tìtulu di na vuci (pi na nciclupidìa) si tratta di nàutra ancora (nun è d'accussi sempri, ma succedi assai d'accussi). Dunca comu usamu Melbourne, dicidemmu a usari la forma spagnola urigginali (poi agghiuncìricci li rinnirizzati. e di chissi si ponnu fari quali si nni vòlinu e d'ogni gèniri). La cosa cchiù disfìcili veni quannu âm'a dicìdiri lu nomu giustu pi nu cumuni d'aut'Italia. Pi di cchiù canuscemu li noma dî riggiuna e dî pruvinci 'n sicilianu, ma pî cumuna menu canusciuti, si nni mmenta nu nomu o jemu cû nomu urigginali? πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 05:44, 19 utt 2008 (CEST)

Betawiki update[cancia la surgenti]

  • Currently 81.97% of the MediaWiki messages and 1.57% of the messages of the extensions used by the Wikimedia Foundation projects have been localised. Please help us help your language by localising and proof reading at Betawiki. This is the recent localisation activity for your language. Thanks, GerardM (msg) 11:26, 18 utt 2008 (CEST)
  • Currently 98.07% of the MediaWiki messages and 4.94% of the messages of the extensions used by the Wikimedia Foundation projects have been localised. Please help us help your language by localising and proof reading at Betawiki. This is the recent localisation activity for your language. Thanks, GerardM (msg) 09:57, 11 nuv 2008 (CET)
  • Currently 99.95% of the MediaWiki messages and 12.32% of the messages of the extensions used by the Wikimedia Foundation projects have been localised. Please help us help your language by localising and proof reading at Betawiki. This is the recent localisation activity for your language. Thanks, GerardM (msg) 12:25, 15 Dic 2008 (CET)
  • Currently 99.45% of the MediaWiki messages and 48.50% of the messages of the extensions used by the Wikimedia Foundation projects have been localised. Please help us help your language by localising and proof reading at Betawiki. This is the recent localisation activity for your language. Thanks, GerardM (msg) 21:33, 12 jin 2009 (CET)

Betawiki - Missaggi a traduciri[cancia la surgenti]

  • Salutamu ! Staiu travagghiannu supra a Metawiki pi traduciri li missaggi ca appoi, 'n autumàticu comu dici Melos, avìssiru a cunpàriri ccà. Vitti ca la frasi "an unordered list vinni traduciuta 'n talianu " un elenco puntato". Ma picchì 'n talianu fu traduciutu un elenco puntato si unordered list veni a diri una lista disordinata ?

Jù, pi cuntu miu, lu traducìi na lista senz'òrdini. Ora nun û sacciu si fici bonu o fici malu ! ADDUMANNU CUNSIGGHIU spiciarmenti a Pippu ca parra lu ngrisi comu lingua matri !.

Ciau Santu, Melu e tutti, liggennu, liggennu, mû pinzai propiu d'accussi! πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 08:17, 22 utt 2008 (CEST)
N'àutra cosa: vitti ca ci foru già fatti arcuni traduzzioni e ntra chisti attruvai ca "osservati" fu traduciutu "ossirvati": secunnu a mia avissi a èssiri "ussirvati".
Cc'è puru la forma: «assirvari»; «assirvazzioni»
N'àutra cosa ancora: la palora cronologia ca hà stata traduciuta 'n talianu dô ngrisi story , non fussi megghiu traducìrila 'n sicilianu storia, ammeci dâ palora crunuluggìa o crunoluggìa ca non è na palora siciliana ?

Aspettu la vostra arrispunnuta! Salutamu.--Santu (msg) 21:29, 21 utt 2008 (CEST)

A quali missaggiu t'arrifirisci? --Melos (msg) 23:24, 21 utt 2008 (CEST)
La palora ngrisa di cui parri - era story o history? πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 08:17, 22 utt 2008 (CEST)
  • Pi Pippu: This page has a large edit history... --Santu (msg) 14:07, 22 utt 2008 (CEST)
  • Indefinite protections only comu s'hà tradùciri ? 'N talianu fu traduciutu Solo protezioni infinite . E' giustu accuddì ? --Santu (msg) 20:35, 23 utt 2008 (CEST)

SUPERENALOTTU[cancia la surgenti]

Astrattu dâ pàggina principali:

24 di uttùviru, venniridìa

  • Catania: Nu jucaturi anònimu di na tabbacchirìa catanisi nzirtau la cumminazzioni dû superenalottu. Cu lu sò 6 vinciu circa 100 miliuna di euru.
  • Non sugnu jù ! :-(

--Santu (msg) 14:13, 24 utt 2008 (CEST)


Wikinews e autri proggetti wikimedia[cancia la surgenti]

Ciau a tutti. Pinsai chi forsi putìssimu criari e mantèniri lu purtali wikinews 'n sicilianu. Fici na proposta nti meta. N'utenti anonimu nti meta mi pricidiu ieri, ma la proposta havi a essiri fatta di n'utenti riggistratu. La putiti lèggiri ccà. Havi na quattrina d'anni chi ntâ nostra wikipedai mittemu li nutizzi di la Sicilia, di l'Italia e dû munnu sempri aggiurnati, e semu diversi pirsuni a cuntribbuiri nti sti sezzioni e a archiviarili. Putissimu uttimizzari li sforzi e renniri forsi cchiù visibbili nu nostru proggettu grapennu lu purtali wikinews. Pi fauri ntirviniti ntâ paggina unni fici la pruposta pi diri chiddu chi ni pinsati. Cchiù tardu putissimu gràpiri puru nu wikisource cu tutti li documenta chi esistunu 'n sicilianu, libbirati dû copyright. Ma pirora discutemu di l'uppurtunitati di gràpiri wikinews. Iti ccà. Salutamu. --Peppi 21:08, 24 utt 2008 (CEST)

  • ✔ vutai favurevuli. (Nun sacciu pirò si lu mè ngrisi è cumprinzìbbili. Facìtimi sapiri) Salutamu.--Santu (msg) 22:50, 24 utt 2008 (CEST)
  • ✔ ju macari. Santu - canciai dui palori unni lassasti na palora taliana, ma pû restu va beni com'è. Saluamu. πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 11:10, 26 utt 2008 (CET)
  • Thanks!--Santu (msg) 20:05, 26 utt 2008 (CET)
  • ? "m'astinii". Purtroppu misi lu ma nomi e cugnomi vera comu nomi utenti ntâ li wikipedie unni sugnu iscrittu. Ci pinzai bonu: siccomu sugnu sustinituri pâ sigritizza di lu votu ppi siri cuirenti nun puozzu vutari picchini si sapissi subbitu a cu appartenu lu ma votu. Maurice Carbonaro (msg) 17:38, 26 utt 2008 (CET)
  • Puru ju vutai, ovviamenti sugnu d'accordu p'aiutari a sviluppari stu pruggettu novu e arringrazziu a Peppi pi st'idìa bedda! Salutamu. --Sarvaturi (msg) 17:56, 23 nuv 2008 (CET)
  • Nu cristianu, GerardM, ci misi tanti "?????" unni c'è scrivutu: Users interested in forming an editing community:

Add N beside users that are native speakers, and P beside the original proposers' names.

Taliati ccà:http://meta.wikimedia.org/w/index.php?title=Requests_for_new_languages%2FWikinews_Sicilian&diff=1242407&oldid=1241465
Chi veni a diri? Forsi ni scurdamu quarcosa nnâ dumanna dâ pruposta ? Facìtimi sapiri. Salutamu!--Santu (msg) 20:05, 26 utt 2008 (CET)
Ju cci misi li nostri noma, facirmenti circàvanu ca facìssimu d'accussì? πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 06:05, 27 utt 2008 (CET)

Statu dâ situazzioni pi wikinews[cancia la surgenti]

Ciau a tutti. òi passai n'uretta a rizzittari tutti li cosi pi fari pàrtiri lu pruggettu wikinews. Cridu chi ora è tuttu a postu. Pi riassùmiri la situazzioni:

  1. na richiesta d'attivazzioni di wikinews 'n sicilianu fu attivata ccà.
  2. na virsioni embrionali di wikinews fu attivata ccà:
  3. lu cumitatu appòsitu nti meta havi a dicìdiri siddu lu pruggettu pò pàrtiri
  4. pi la dicisioni di accittazzioni è cunsigghiatu chi li participanti ô pruggettu fussiru na cinquina, ma nun è nicissariu fari li canci tutti li jorna. Pi fari pàrtiri lu pruggettu ni putissimu dari lu canciu cchiù o menu regularmenti (naturalemtni c'è chiddu chi cuntribbuisic cchiossai e chiddu chi cuntribbuisci cchiù picca) pi dimustrari chi semu diversi cristiani chi partìcipanu: sempri ccà. Pi nu cuntribbutu viloci chi lassa na traccia ntô sistema, basta cupiari e ncuddari chiddu chi scrivemu ntê nostri pàggini di nutizzi. Siddu vuliti scriviri n'approfondimentu di nutizzi, superchiu, ancora megghiu, ma nun è nicissariu.

Salutamu. --Peppi 10:52, 27 utt 2008 (CET)

Grazzi Peppi! πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 01:59, 28 utt 2008 (CET)

WikiNews nutizzi 'n sicilianu[cancia la surgenti]

La pruposta fatta nti meta di Peppi sta jennu avanti, ma nta stu mumentu ci semu sulu dui cuntribbuturi (jù e Peppi) e haiu a mprissioni ca cu sulu dui ca cuntribbuìsciunu la pruposta non camina comu aviss'a caminari. E' un piccatu, picchì macari chissu è nu sistema pi èssiri nuàutri dâ wikipedia 'n sicilianu cchiù visìbbili.

Taliati nta stu link comu sta vinennu finicchiu lu "WikiNews 'n sicilianu !

Forza carusi, cuntribbuiti macari vuàutri! Salutamu. --Santu (msg) 00:01, 31 utt 2008 (CET)


  • Ciau Santu, ora ci sunnu cincu cullabburatura ntô wikinutizzi nostru: tu, Peppi, Pippu, Maurice e ju. Salutamu. :-) --Sarvaturi (msg) 17:51, 23 nuv 2008 (CET)

Traduzzioni dâ simana[cancia la surgenti]

Cercu aiutu cu sta traduzzioni: Treaty of friendship and alliance between the Government of Mongolia and Tibet - va beni: «Pattu di amicizzia e culliganza tra li cuverni di Mongolia e Tibet»? πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 06:13, 27 utt 2008 (CET)

  • Pò traducìrisi comu dicisti tu, oppuru, cu nichi mudifichi, accussì: Trattatu d'amicizzia e allijanza ntra li cuverni dâ Mungòlia e dû Tibet. --Santu (msg) 14:40, 27 utt 2008 (CET)
    Grazzi Santu! πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 01:58, 28 utt 2008 (CET)

Cugghiuta di funni[cancia la surgenti]

Caiu a tutti. Traducìi 'n sicilianu li missaggi pô banner dâ cugghiuta di funni. Quarcunu pò dari na taliata ô `mè tracagghiu ccà e canciari lu stats di proofreading (chi significa cuntrollu nnipinnenti dâ traduzzioni) a ready ? Grazzî. Peppi. --Peppi 22:46, 6 nuv 2008 (CET)

Allura è già pubbricata? Peppi fici nu travagghiu bonu, e vidu ca Santu fici già quarchi currizzioni, sulu vulìa cuntrullari ssi punti:
  • si pò tradùciri non-profit pi sicilianu? «senza scopu di lucru»?
  • Stories = «storî»; o «cunti»?
  • ...around the world = «...pi lu munnu», nun era sicuru di sta tradizzioni - «pi tuttu lu munnu»?
  • si vidi ancora «Inzirìscimi» a 96 e «Nzirisci» a n'àutru postu
πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 13:03, 9 nuv 2008 (CET)
  • Ciau Pippu e Peppi. Non-profit si putissi tradùciri "senza nuddu varagnu". --Santu (msg) 13:50, 9 nuv 2008 (CET)
Grazzî pi lu cuntrollu nnipinnenti dâ traduzzioni. Pensu chi ntî prossimi jorna lu banner traduciutu cumpari ntâ nostra wiki. Salutamu. Peppi, --Peppi 18:45, 9 nuv 2008 (CET)


Non so se può essere utile[cancia la surgenti]

(scusate se non scrivo in siciliano) Qui c'è un dizionario di siciliano-francese con i riferimenti letterari per singola parola (sopratutto Camilleri, Sciascia, Bufalino, Consolo, etc.) --Dedda71 (msg) 18:41, 14 nuv 2008 (CET)

  • Grazie Dedda71, si è molto utile ed interessante. Salutamu !--Santu (msg) 20:52, 14 nuv 2008 (CET)


Ditirminari na rèula pi l'accentu nta li palori ca finìsciunu cu dui vucali[cancia la surgenti]

Salutamu!
Mi piacissi capiri picchì ci sunnu tanti diffirenzi nta l'usu di l'accentu nta li palori piani ca finìsciunu cu dui vucali: storia - funatòria, linguàggiu - viaggiu, miditirràniu - abbicidariu eccitra.
Sunnu tutti palori ca hannu 'n comuni lu fattu di èssiri piani da lu puntu di vista sillàbbicu e di finiri cu dui vucali ca fùrmunu nu dittongu.
Ma comu putiti vìdiri sunnu scrivuti nta modi addiversi, cu n'accentu gràficu ca na vota c'è e na vota nun c'è nta rintra la stissa coppia di palori sìmili sillabbicamenti.

Nun si putissi ditirminari na rèula pi cui sapiri 'n modu certu quannu scriviri l'accentu e quannu no?

Sicunnu a mia la rèula cchiù ghiusta fussi chidda di nun mittìtilu mai nta li palori chiani ca finìsciunu cu nu dittongu (missaggiu, linguaggiu, storia, funatoria, viaggiu, miditirraniu, famigghia).
Nveci lu mittissi sempri quannu li dui vucali finali furmunu nu iatu (catigurìa, maladdìa, tintinnìu, capìu, sintìi).

Comunqui chiddu ca vulissi è chi si dicidissi pi nu modu standard di usari l'accenti nta sti casi; lu putissimu macari spicificari sempri, sia quannu li dui vucali sunnu dittonghi, sia quannu sunnu iati, ma l'impurtanti è dicìdiri pi nu modu univirsali.
Anchi picchì pi mia li rèuli dâ lingua (o lìngua?) sunnu comu chiddi dâ matimàtica.
Chistu armenu è na ma isigenza pi nun aviri dubbi quannu scrivu n'articulu.
Speru ca siti d'accordu cu mia. Grazzie pi l'attinzioni.
Vi auguru nu bonu fini sumana
--Trinacria (msg) 11:02, 29 nuv 2008 (CET)

Salutamu. Sugnu d'accordu chi ci vulissi na rèula pi sapiri comu scriviri li paroli. E sicuramenti la reula chi dici si putissi applicari senza ccizzioni. A diri la virità la quistioni di l'accenti nu fu dibbattuta assai ntô circulu. Lu principiu chi ni mutivau nzinu a ora è facilitari la prununcia dû sicilianu pi chiddi chi nun praticanu lu sicilianu tutti li jorna. Effittivamenti l'accenti nti paroli comu storia, linguàggiu, ecc. facilitanu la prununcia, puru pirchì, mi pari chi n sicilianu l'accenti nti sti sìllabi sunnu cchiù prununciati rispettu all'italianu (chista è na mprissioni pirsunali: curriggitimi si sbagghiu). Stu principiu ni mutivau a scriviri paroli comu pi esempiu pàggina o lìbbira, prorpiu pi evitari chi nu visitaturi dû cuntinenti liggissi paggìna o libbìra. Forsi avìssimu a ncludiri ntâ discussioni puru na règula ginirali pi l'accentu ntâ terzultima sìllaba obbligatoriu quannu na duppia cunsunanti veni appressu ? Chi ni pinsati ? --Peppi 11:40, 29 nuv 2008 (CET)


Salutamu!
Allura forsi le rèula cchiù ghiusta a stu puntu pi ivitari ca unu ca nun è sicilianu si sbaggliassi nta la prununcia fussi:

  • chidda di spicificari l'accentu nta li casi unni la palora è chiana e havi nu dittondu â fini: missàggiu, stòria, viàggiu, famìgghia...
  • Poi spicificàrilu sempri nta li palori chiani cu nu iatu ntâ fini: catigurìa, dicìa, sintìa, maladdìa.
  • Mittìrilu sempri obblicaturiamenti nta li paroli sdrùcciuli, bisdrùciuli, semibisdrùciuli e tronchi: pàggina, lìbbira, ipòtisi, àulicu, cchiù, Gisù eccitra.

Quinni nun s'avissi a mèttiri sulu nta li paroli chiani ca finìsciunu cu na sillaba ca havi na sula vucali.
Chi ni pinzati?
--Trinacria (msg) 12:37, 29 nuv 2008 (CET)

A na prima taliata di zoccu scrivìu Trinacria (a cui fazzu li cumprimenti pri aviri nisciuta sta quistioni assai ntirissanti), parissi ca avissi raggiuni idda. Pirò ci staiu ancora ariflittennu... vogghiu rinnìrimi cuntu picchì a mia mi veni spuntàniu scrìviri vogghiu senza accentu supra â o, mentri ca si scrivu spuntàniu ci mentu l'accentu ntâ a ! --Santu (msg) 12:49, 29 nuv 2008 (CET)



Ciau a tutti, m'aviti a scusari ma haiu a cuntrariari: ju nun sugnu d’accordu quannu Trinacria afferma ca li palori "miditirràniu" e "abbicidariu" sunnu equivalenti di lu puntu di vista sillàbbicu, diciu ca st'anàlisi è sbagghiata e vi l'addimustru ccà sutta:

  • "miditirràniu" havi l'accentu tònicu nta l'antipinùrtima sìllabba, e l'ùrtima sìllabba è nu iatu. L'aggittivu "miditirràniu" nun è na palora chiana datu ca nun si prununza "miditirràgnu" ma si prununza "mi-di-tir-rà-ni-u" (pirchì veni dû latinu "mediterràneus" prununzatu "me-di-ter-rà-ne-us").
  • mentri "abbicidariu" havi l'accentu tònicu nta la pinùrtima sìllabba, e l'ùrtima sìllabba è nu dittongu. La palora "abbicidariu" è na palora chiana allura si prununza "ab-bi-ci-dà-riu" (pirchì veni dû latinu "abecedàrius" prununzatu "a-be-ce-dà-rius").


Appoi vogghiu arricurdari c'attuarmenti la règula di lu nostru cumpenniu ortugràficu ("Usu di l’accentu") dici ca usamu l’accentu scrittu nta li casi siquenti:

  • Evidinziazzioni gràfica di l'accentu tònicu
    • palori tronchi: lu mittemu sempri; asempiu: , cchiù, etc.
    • palori chiani: nun lu mittemu; asempiu: dumani, manciari, etc.
    • palori chiani ammìgui: lu mittemu sempri; asempiu: cantàru (pi diffirinziàrilu di càntaru), capìri (pi diffirinziàrilu di càpiri), filìci (pi diffirinziàrilu di la chianta fìlici), etc.
    • palori sdrùzzuli: è fortimenti cunzigghiatu; asempiu: pinùrtimu, etc.
    • palori bisdrùzzuli: è fortimenti cunzigghiatu; asempiu: cunzìddiranu, etc.


Ma penzu ca avìssimu a agghiùnciri macari li dui casi siquenti:

  • usu ubbricatoriu di l’accentu scrittu quannu l’ùrtima sìllabba è nu iatu: dimucrazzìa, cicìu, massarìa, bioluggìa, ecc. (zoè comu facemu già di sòlitu).
  • usu facultativu di l'accentu scrittu quannu l’ùrtima sìllabba è nu dittongu: stòria, dùbbiu, asèmpiu, lìngua, trègua, àcqua, abburdàggiu, labburatòriu, adàciu, dumìniu, nnùstria, ecc.


Sugnu contra l’usu ubbricatoriu di l’accentu scrittu quannu l’ùrtima sìllabba è nu dittongu, e diciu ca st’usu avissi a èssiri sulu facultativu pirchì siddu liggemu li testi littirari siciliani videmu ca la granni majuranza di l’autura siciliani scrìvinu simpricimenti "grazzia", "figghiu", "famigghia", "sacciu", "vogghiu" e "viaggiu" mmeci di li furmi pisanti cu l’accentu scrittu "gràzzia", "fìgghiu", "famìgghia", "sàcciu", "vògghiu" e "viàggiu" ca sunnu usati assai picca. Nzinu a ora n’avemu basatu sempri ntâ littiratura siciliana prima di rènniri ubbricatori certi furmi gràfichi ntâ wikipedìa e penzu ca avemu a cuntinuari a usari la littiratura siciliana comu lu nostru mudellu principali.

Salutamu!

--Sarvaturi (msg) 16:02, 29 nuv 2008 (CET)

  • Bravu Sarvaturi, ô sòlitu arinesci a fàrimi capiri li cosi ca jù fazzu sulu pi istintu, a aricchia (a orecchio) ! Ora capìi picchì mi veni spuntàniu scrìviri vogghiu senza accentu supra â o, mentri ca si scrivu spuntàniu ci mentu l'accentu ntâ a ! - Salutamu.--Santu (msg) 19:03, 29 nuv 2008 (CET)
  • Macari ju mi cumprimentu cu Sarvaturi e m'accurghìi ca nun mi firu bona a capiri quannu sugnu davanzi a nu dittongu o a nu iatu, comu nto casu di miditirràniu e abicidariu: forsi lu segretu stapi nto sapiri l'itimoluggìa di li palori.
    Nun mi veni istintivu capiri la diffirenza, nun lu sacciu lu pirchì.
    Comunqui pi mia comu dici Sarvaturi va beni datu ca s'ha dari mpurtanza a li littirati siciliani comu puntu di riferimentu.
    Grazzie ancora pi li chiarimenti. Salutamu.--Trinacria (msg) 00:26, 30 nuv 2008 (CET)

Avemu a fari li cosi chiari[cancia la surgenti]

Megghiu scriviri "Liami di fora" o "Lijami di fora"? Doppu, "di fora" o "sterni", accussì comu "nterni" o "di ntra"?sabbinirica a tutti--Klone123 (msg) 12:16, 29 nuv 2008 (CET)

  • Secunnu a mia, avissi a èssiri lijamiJ ca nta stu casu è cunzunanti (accussì comu pagare addiventa pajari) - Ô stissu modu, mmeci di nterni s'avissi scriviri d'intra (di intra) . Salutamu.--Santu (msg) 12:54, 29 nuv 2008 (CET)
    • Mmm, si è pì chissu pì mia (e chista è na mia tiurìa pì spirugghiari stu tipu di situazzioni) s'avissi a mèttiri la "h". Quannu c'è la "g" gutturali mmenzu a dui vucali nnâ palora d'urìggini, 'n sicilianu PI MIA, chista avissi a èssiri canciata câ "h" muta pì dui mutivi: 1. pì evitari na speci di jatu e 2. pì tiniri distinti li dui sillabi. Asempiu: lihami, lihari, Baharìa, pahari, etc...Ntô tò caso, nun capiscu picchì s'avrìa a mèttiri la "j" ntervucalica. Asempiu: lijami, lijari, Bajarìa, pajari,etc... Nun vidu lu mutivu. sabbinirica--Klone123 (msg) 16:58, 29 nuv 2008 (CET)


Ciau Klone123, ti cunzigghiu di liggìriti li pàggini siquenti:

Poi nutari ca pi la "g" ntervucàlica scigghemmu di nun usari la "h" ntervucàlica spagnola, ma si ponnu usari quattru suluzzioni:

  • 1 - sarvari la "g" (rigalu, pagari, castigu, òbbrigu, ligami, ecc.)
  • 2 - usari la "j" (rijalu, pajari, castiju, lijami, ecc.)
  • 3 - usari la "c" (pacari, òbbricu, ecc.)
  • 4 - livari la "g" (rialu, castìu, liami, ecc.)

Ma s'hannu a evitari furmi comu "paari", "maa", "Baarìa", ecc.

Salutamu!

--Sarvaturi (msg) 17:25, 29 nuv 2008 (CET)

  • Pâ viritati, non capisciu di unni spunta ssa "h" ! E' forsi na chistioni di funètica diffirenti ntra la Sicilia urientali e chidda uccidintali? Prubbabbirmenti si ! A ccà banna (ur.) nun si prununzia li-a-mi, ma li-ja-mi; no li-a-ri, ma li-ja-ri ; no pa-a-ri, ma pa-ja-ri  : la "J" havi lu stissu sonu di Joniu, Janu e jatu , ma ntô casu di lijami (ligami), lijari (ligari), pajari (pagari), è na cunzuanti e no vucali. La "J" siciliana, zoè, pò èssiri "vucali" (ntô casu dâ palora jatu, Janu, Joniu) e pò èssiri na "cunzunanti" (ntô casu di pajari, jattu, jarofalu, jardinu, jornu, eccittra). Nuddu pirìculu c'è di furmari na speci di jatu pô mutivu ca la "J" cunzunanti è junciuta cu na vucali. La littra "H" ammenza a dui vucali, jù (j vucali = iu) nun l'haiu vista mai ntô sicilianu e, pâ virità, mancu ntô talianu. Chi ni pinzati ? --Santu (msg) 18:57, 29 nuv 2008 (CET)

Stàmini carmi, pi piaciri[cancia la surgenti]

Caru Maurice, aieri appi la primura di mintìricci ccà chiddu ca m'arrispunnìu la ridazzioni dû situ Zam (ca si avissi a lèggiri sta pàggina, arringrazziu assai assai), ma non mi potti allungari ntô scrìviri pirchì era òspiti ntâ casa di n'amicu e non putìa stari assai ô PC.

Chistu è chiddu ca ti vulìa diri:

  • non ti pari ca hai esaggiratu anticchia assai cu Trinacria ? Non ti pari ca chiddu ca cci avevi a diri (giustu lu cuncettu, pi caritati... chistu non lu discutu), lu putevi diri cu n'àutru tonu ? - Nuddu nasci nzignatu e tutti sapemu ca ssa carusa è nova ntâ wikiepdia. Jù, quannu accuminciai a cullaburari, misi macari jù mmàggini cupruti di diritti d'auturi e nuddu mi fici la ca**iata... mi fu diciutu ca non si putìa fari cu crianza e gintilizza e jù m'û nzignai. Si, mmeci, nuvidduni com'era, ca nun sapìa unni mintiri li manu, m'avìssiru fattu ssa gran sorta di ca**iata, è fàcili ca non ci avissi passatu cchiù mancu dâ strata dâ wikipedia.

Ora non t'affènniri e non ti nca**ari pi chiddu ca a ccà supra ti dissi! Comu ggià t'haiu diciutu ntô passatu, hà èssiri cchiù pacatu, senza pigghiari di pettu li cristiani. Ti salutu cu affettu. --Santu (msg) 18:36, 3 Dic 2008 (CET)

"Isaggirazzioni" di parti mia[cancia la surgenti]

Caru Santu,
t'arringrazziu p'avirimi scrivutu.
Se, u sacciu, ppo ssiri ca tanticchia isaggirai cu Trinacria.
Addifatti ci addummannai scusa.
E u fici ca pubbricamenti.
Ma chissu nun eni lu puntu.
Mi siddianu li pirsunu ca s'ammuccianu i rarreri l'anonimatu comu a "Darth Kule" (viri li so "quattru cuntribbuti") unni ettanu fancu e mazzacani supra i mia spariennu da circolazzioni... .
Nun mi pari ca a Darth Kule nuddu ci rissi nenti (viriri, ppi piaciri, a so paggina di discussioni).
Eppuri "nun avi cchiù passatu mancu dâ strata dâ wikipedia" e ju m'agghiu statu carmu e nun m'agghiu affinnutu.

Nun eni forsi o veru?

Puoi mi pari ca ju accuminzai dui discussioni pi tutti e dui li file ca Trinacria caricau:

  1. Immaggini: Belluardo_ognuno_sta_solo.jpg: discussioni inizziata ri mia. Lu file puoi fu scancillatu.
  2. Immaggini Daniele d'Agostino2.jpg: discussioni iniziata ri mia

Mentri Melos nun anizziau propriu nissuna discussioni quannu ci caricai l'immaggini c'attistava li mi cuntribbuti icunomici a wikimedia.
Scancillau e basta.
Puoi Sarvaturi arricupirau lu file e u scancillau attonna diciennu:
"(Mi dispiaci, haiu a cancillari stu file pirchì nta la mmàggini sunnu prisenti li marchi riggistrati di PayPal, Google, e Internet Explorer. Pi cchiossai nfurmazzioni, liggiti lu missaggiu di Vituzzu ntâ mè pàggina di discussioni)".
Li marchi riggistrati di Paypal, Google e Internet Explorer si putienuu macari ammucciari.
E u putia fari macari ju si quarchidunu mi l'avissi dummannatu o navissimu discussu.
Ma ca nuddu m'addummannau nenti.
I jo fici a pirsuna carmi.
Chissu nun voli ssirri fari pulemica sicunnu mia, ma circari ri ssiri uggittivi.
Si na firamu.

Bona jurnata a tutti.

Maurice Carbonaro (msg) 10:51, 4 Dic 2008 (CET)

  • Va beni, Maurice. Pâ mmàggini dô pajamentu hai raggiuni macari tu ! Ma, lassàmini ê spaddi lu passatu e iemu vanti. BONU TRAVAGGHIU ! Haiu taliatu ca hai 'n canteri tanti beddi artìculi traduciuti dô nglisi... chissu ham'a fari.
    Jù, purtroppu, urtimamenti sugnu scarsu di "ispirazzioni" e staiu travagghiannu picca. Salutamu.--Santu (msg) 19:31, 4 Dic 2008 (CET)

Verbu essiri[cancia la surgenti]

Picchì arcuni utenti scrivunu la terza pirsona di lu verbu essiri comun eni? Chistu nun è rausanu? --Crisarco (msg) 09:23, 5 Dic 2008 (CET)

  • Ciau Crisarco, nun avìa taliatu apprima sta spiatina, ma ora ca la vitti t'arrispunnu:

noni, lu verbu "eni" non è sulu rausanu (aoggi veni usatu chiossai ntô rausanu, mentri ca na vota era cchiù diffunnutu): lu tèrmini sicilianu "eni", è furma longa di "è". veni agghiunciuta la sìllabba siciliana "-ni" pi livari lu sonu tònicu finali. Chistu è tìpicu dô sicilianu ca è sciarriatu chê soni tònichi finali: accussì comu nò addiventa noni, sì addiventa sini, libbirtà addiventa libbirtati, eccittra. Salutamu.--Santu (msg) 13:14, 13 Dic 2008 (CET)

Ma chi è sta purcaria?[cancia la surgenti]

Sono veramente sconvolto nel leggervi! Magari pretendete che qualcuno vi prenda sul serio, con questa caricatura di un dialetto siciliano degno di Giancarlo Giannini in Mimì Metallurgico. Preferisco replicarvi in lingua, piuttosto che partecipare a questa ridicola farsa martogliana. Dio salvi la Sicilia da simili iniziative!

  • Replicare a chi ? Nessuno te lo ha chiesto. Libero di pensare quello che vuoi, ma non di devalorizzare il paziente lavoro di qualche centianio di appassionati che hanno fatto vivire e continuano a nutrire questo sito con il bellissimo idioma delle loro origini. Un idioma, se fosse necessario ricordarlo, riconosciuto comu lingua a livello internazionale. Eccetto forse in Italia, dove si continua a volerlo ridurre a mero folclore. --Peppi 13:34, 12 Dic 2008 (CET)
  • Non c'è cosa cchiù bedda di quannu ognidunu la pò pinzari comu voli ! Cc'è a cui na cosa ci piaci e a cui no. A tia chiddu ca liggisti non ti garbau. E allura ? Tantu piaciri... --Santu (msg) 14:50, 12 Dic 2008 (CET)
  • U titulu di lu cummentu eni sicilianu ("Ma chi è sta purcaria?") e lu cuntinutu talianu? Tanticchia di cuirenza ppi piaciri. Ca nudu voli ssiri pigghiatu siriamenti picchini "a cumminzioni eni parenti ra pazzia" ... u sapiutu chissu? E puoi chi ci trasunu li mitalmiccanici? Chi ci trasi Diu? Ma picchini nun fai l'omminu e firmi i cosi ca scrivi? Maurice Carbonaro (msg) 09:21, 13 Dic 2008 (CET)

Obbiettivu Wikinews[cancia la surgenti]

Carusi! Wikinews crisci a nu ritmu nurmali pî sò du misi di gistazzioni. L'obbiettivu di aviri 3 utilizzatura attivi è cintratu e l'avemu a teniri ancora na para di misi, pensu, prima di parturiri lu pruggettu nti nu situ ufficiali, fora di incubator. V'addumannu sulu di cuntribbuiri a 10 canci (edits) pi ognunu di nuatri pô misi di dicèmmiru : sacciu chi pî vacanzi di Natali avemu a essiri prividenti e lu dicu sulu pi èssiri sicuru chi nun lu scurdamu. Abbastanu naturalmenti puru di canci nichi. Sta storia dî 10 canci currispunni ufficiarmenti ô minimu pi dichiarari n'utilizzaturi attivu. Putiti taliari vuatri stissi li statistichi ccà Pi fari li canci supra wikinews lu liami è chistuccà. Grazzi a tutti chi cuntribbuisciunu e cuntianuanu a cuntribbuiri ê nostri pruggetti. Salutamu. --Peppi 12:17, 15 Dic 2008 (CET)

Ciau Peppi - grazzi p'avvisu. πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 22:00, 15 Dic 2008 (CET)

Utenti:Kar.ma[cancia la surgenti]

Salutamu! Havi na para di jorna ca cumparìu stu novu utenti Kar.ma, ca attirrau la mè attinzioni cu sta suttapàggina Utenti:Kar.ma/Rivoluzione/Testo e-mail da diffondere e, giustamenti, Maurice ci misi nu sò cummentu ntâ pàggina di discussioni, ccà: Discussioni utenti:Kar.ma/Rivoluzione/Testo e-mail da diffondere. Ora, è veru ca ognidunu ntê sò pàggini ci pò scrìviri nzoccu ègghè, pirò haiu na picca di riservi:

1) Comu dici Maurice, chi cosa ci trasi nta na nciclupidìa zoccu scrivìu l'utenti Kar.ma nta ssa pàggina ?
2) Pò èssiri usata la "Wikipedia" pi mannari missaggi pirsunali ?
3) Pò èssiri usata la "Wikipedia" pi fari nu prucrama pulìticu ? E cu minazzi (vilati) a la rivuluzzioni ?
(Molti credono che da una situazione così bassa si potrà uscire solo con una rivoluzione. Noi non vogliamo scendere in piazza con le armi in mano, ma vogliamo dimostrare una volta per tutte che se la politica non cambia rotta, dirigendosi finalmente verso il bene comune piuttosto che verso il proprio interesse, allora li cacceremo dal parlamento, anche a calci nel sedere se necessario.)
4) E pi finiri, macari ca l'utenti Kar.ma usa na sò suttapàggina pi scrìviri chiddu ca scrivìu, pò scrivìrilu nta na lingua stranera (tuscanu littirariu) ?

Jù non vulissi fari nudda cinsura (propriu jù ca, sparti, putissi macari cunnivìdiri lu cuntinutu di ssu prucrama), ma haiu â mprissioni ca nun è chistu lu postu (e lu modu) unni fari ssi discursi.

Vulissi n'arispunnuta di tutti l'utenti e spiciarmenti di l'amministratura dâ nostra nciclupidìa. Salutamu !--Santu (msg) 20:45, 15 Dic 2008 (CET)

Ciau Santu, Peppi e Maurici - Santu fici bonu accuminzari sta discussioni. Pozzu diri ca cridu ca nun si pò usari wikipedia pi mannari e-mail drittamenti - mi pari nta stu casu sta pirsuna lassa lu testu nta na certa pàggina, e chiddi chi vonnu lu ponnu truvari pi mannari littri, e-mail, eccetra. E poi mi pari ca si tratta cchiutostu dî manciaciumi di carusi, e nun è na cosa assai seria. Si n'addunamu ca sta pàggina cuntìnua a sviluppari, facirmenti putemu fari quarchiccosa a ddu tempu. Salutamu! πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 22:07, 15 Dic 2008 (CET)
Cancillata!...completamenti fora dî scopi dô prugettu... --Melos (msg) 00:03, 16 Dic 2008 (CET)
Salutamu! Io sugnu Kar.ma e vi rico... ca raggiuni c'aviti! Ni scusassiru si volli (ab)usari ri Wikipedia, ma lo discursu fu: "scarricai rint'u wikimedia i files ca mi pimmiettono ri criari na wiki tutta pi' mia. Ma comu fazzu a 'nstallari sta cuosa? Macari pozzu fari un anticchia ri pruove in t'a na sutta-paggina dell'utenti meo... In funno un fazzu mali a niuno." Mai ancora la usai cu nuddu avutru. Comunque, bono ci sta ca sta paggina levata fu. Io sugnu nu vecchiu utenti ri Wikipedia, e nun vogghio fari nasciri tenzioni. Saluti, e ni scusassero arré! --Kar.ma 00:33, 16 Dic 2008 (CET)
Comu nstallari mediawiki --Melos (msg) 00:39, 16 Dic 2008 (CET)
Grazie pu' link! Puru a paggina Utenti:Kar.ma/Rivoluzione s'avia a cancellari, ma io nun pozzu farlo, facitilo vuatri piffavuri. --Kar.ma 00:51, 16 Dic 2008 (CET)
✔ Fattu --πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 02:42, 16 Dic 2008 (CET)
`Li fatti cassupra si svilupparu assai mprèscia, e ntâ dirizzioni vuluta di tutti. Mi pari chi lu casu è chiusu. Vulìa ringrazziari a Maurice pi aviri signalatu lu probblema pi primu. Vulìa nutari chi la faccenna puru si assai cuntruversa si risurvìu cu discussioni civili e senza paroli grossi. Chistu avissi a essiri sempri lu spiritu dâ nostra cumunità. Salutamu. --Peppi 10:26, 16 Dic 2008 (CET)

Vasamu li mani. Jù vulissi mustrari a vuatri u situ ca fici, n'a spiranza ca quaccunu fussi intirissatu, macari puru a contribbuiri scrivinnuci. Issu sta cca: http://peril24febbraio.altervista.org. Salutamu! --Kar.ma 02:44, 12 jin 2009 (CET)

Missaggi pirsunali, prisunta cinzura, prucrami pulitica e vilatu subillamentu a na rivuluzzioni[cancia la surgenti]

Vasamu li mani a vossia,
Santu avi arragghiuni sicunnu mia.
Macari ju mi scantu tanticchia a fari quarchi cosa ca parissi cinzura nta li cunfronta di l'utenti Kar.ma.
Cumunqui tutti e l'ultimi tri punta (2, 3 e 4) trattati di Santu nta l'urtimu so intirventu anu na risposta nigativa di parti mia.
Macari jo risiassi na riflissioni e nu dialucu di tutta l'utenti e spiciarmenti di l'amministratura e burocrati nta lu Circulu a prupositu.
Salutamu.
Maurice Carbonaro (msg) 21:04, 15 Dic 2008 (CET)

U fici iù. Cinzurari è autru. Si trattava di na paggina cilibbrativa, ca nun havi nulla a chi spattiri cu città, cristiani pianti animali e via discurrennu....s'avissa cancillatu na paggina unni c'era la discrizzioni di nu paisi chista sì ca è cinzura, cancillari palesi propaganda pulitica e pi giunta "POV" nun lu è --Melos (msg) 00:15, 16 Dic 2008 (CET)
  • Bonu facisti ! E pô futuru... accussì fecemu ! --Santu (msg) 00:27, 16 Dic 2008 (CET)
Occhéi (viriti quantu scrissi supra), ma dde cuose unn' erano minazzi, né manco POV. Vuatri li viristi daccussì, vabbono, ma un lu sugnu. Unn'avite ad arraggiarvi cu mmia, ca vogghiu sulu ca s'arrispetti a it:Costituzione Italiana. --Kar.ma 00:42, 16 Dic 2008 (CET)

(...) ca vogghiu sulu (...)[cancia la surgenti]

Iggreggiu Kar.ma,
vasamu li mani a Vossia.
T'arringrazziu p'aviri manifistatu lu ta puntu di vista nta lu Circulu.
Pi viniriti ancontru agghiu criatu e staiu travagghiannu a l'articulu Speaker's Corner.
Comu gghiustamenti facisti nutari tu n'articulu supra a Custituzzioni taliana nun aisisti ancora nta wikipedia siciliana.
Lu to intirventu putissi ssiri cunzidiratu nu stimulu pi travagghiarici supra.
Ci sunu nzaccu di cittadina, pa isempiu, ca nun canusciunu l'articulu 21 da custituzzioni taliana supra a libbirtati di pinzeru, sprissioni, palora e stampa.
Ma eni macari veru ca l'erba vuogghiu nun crisci mancu nta lu gghiardinu di lu re.
Accussini comu puri nta lu nomi utenti ci ai "ammucciatu" a palora "ar.ma" moltu ma moltu simili a "arma" (e non nta lu sienzu di "anima") e ca "karma" vulissi puri significari ca si na pirsuna "carma".
Putissi aviri n'iffettu contrupruducenti a chiddu ca vulissitu fari e scantari l'autri utenzi.
Nta ogni casu stamu travagghiannu a lu wiki nutizzi in sicilianu chi ancora eni a nu statu imbrionali.
Macari putissimu discurri di rapiri na sizzioni spicifica ciamata "upiniona". Tu chi ni pienzi?
Salutamu.
Maurice Carbonaro (msg) 10:24, 17 Dic 2008 (CET)

Iggreggiu Maurice, jo t'arringrazziu pi aviri criatu a paggina Speaker's Corner, ca pari interessanti assai, e aviri parratu ri avutra cuose comu a paggina sulla Custituzzioni taliana. Purtroppo (comu scrissi n'ta mea "user page") parrari sicilianu unn'è pi mmia cuosa facili assai, puru ca sugnu ri Paliemmu. Pi cchistu, un pozzu scriviri assai. Un mi chieriri ri scriviri nutizzi o avutru, ...because I can't help so much (mi veni cchiù facili scriviri in anglesi ca in sicilianu... putroppu). Un'urtima cuosa: Kar.ma veni dallo nomi meo (Caruso Marco), e mi piacque picchì m'arricuorda lu spiritu. --Kar.ma 00:47, 18 Dic 2008 (CET)

La lingua siciliana o si evolve o muore?[cancia la surgenti]

Picciotti, chistu esti lu mé cummentu urigghinali. L'agghiu posu arreri a la fini di la págghina tantu ca quarchi d'unu la vidissi, ligghissi e cci arrispunnissi. Grammirzí a Maurice pi cci aviri arrispustu, ma la só rispusta sbiava tanticchia di lu discursu, e ora livái e pusái d'arreri lu mé cummentu mu lu ripigghiamu di capu.

Miravigghia e intiressi[cancia la surgenti]

Vasamu i mani Micheli,
mi ligghii tuttu chiddu ca scrivisti nta lu pricidenti post "La lingua siciliana o si evolve o muore?". Mo ligghii tuttu tranni na para-tri d'ipirculligamenta ca quannu ciaiu tanticchi cchiu tiempu chiu tardi mi li visitu...

Ma a cosa ca m'amprissiunai cchiu ssai fu chiddu ca scrivisti nta lu finali:

" (...) Si meraviglierebbero certe minoranze linguistiche a sapere che la loro lingua è vicino all’estinzione, ma l’idea che perfino a comunicare questa frustrazione devi svegliare la coscienza nella lingua dominante, mostra la preferenza della lingua dominante per comprensione cross-culturale (...)."


Chista mi parsi na bedda arriflissioni filusofica.
Ju stissu cuntribbuii chiu ssai nta wikipedia da a lingua angrisi ca nta chidda lingua siciliana.
Forsi chiddu c'avissimu a tèniri prisenti ana ssiri l'ubbiettiva ca ni propuniemu cani.
Si vuliemu "parrari tra niautri" allora eni un cuntu.
Si vuliemu na "comprensione cross-culturale" comu scrivi tu nta lingua taliana allura... allura.... fussi ancora cchiu miegghiu scrìviri nta lingua angrisi: ca parrassimu a stu puntu di cumprinzioni glubbali ("global comprehension").
Ti vulissi fari curtisimenti nutari ca giniralmenti in linguistica quannu scrivi quarchi termini c'apparteni a n'autra lingua chissu avissi a ssiri scrittu in corsivu (o italic comu ricunu l'angrisi!).
Picciò ppi ssiri tanticchia chiu cuirenti linguisticamenti parrannu (sinza affisa ppi piaciri!) nta lu to billissimu finali avissitu avutu scriviri "(...) comprensione cross-culturale (...)" cu cross in cursivu.
Puoi a mia di tantu in tantu piaci macari fari analisa pissiculinguistichi di lu testu c'alli voti arrivelunu lapsus freudiani.
Pa isempiu nun puozzu fari a menu di nutari ca lu termini di cui stamu parrannu (l'angrisi cross) avi nu munzieddu di autri significata simantici (a cruci eni macari simmulu di lu cristianesimu), ma t'anvitu gintirmenti a visitari a vuci da wikipedia angrisi cross ppi virri quanti autri significata ci avi c'arrisalgunu a l'itati da petra. O pa isempiu li cinesa ca usunu lu signu da cruci ppi lu nummiru deci (10): a basi di lu sistema matimaticu dicimali mudernu.
. Forsi ca forsi avissimu a travagghiari chiu ssai anzemi supra a vuci siciliana "cruci" apprufunniennu li significata simmolici ppi mintiini d'accordu supra a simantica.
Tu chi ni pienzi?
Intantu ci accumenzu jo.
Salutamu!
Maurice Carbonaro (msg) 11:11, 18 Dic 2008 (CET)

Vasamu li manu Maurice,
sugnu cuntenti ca pigghiasti lu tempu pi légghiri zoccu scrissi. Sunnu cosi pibbiru impurtanti, e mi pari ca li siciliani d’ogghi nun nni vonnu séntiri. Ma chiddi ca ámanu la bedda lingua siciliana quantu la amu eu, iddi nni annu a séntiri e nni annu a siri cógniti. Masinnó ponnu fáciri mali a la lingua, struppiannu-la e calannu-la sempri di chiui a postu di viru e propriu dialettu di l’italianu.
Ma lu sai ca dda passata ca ti gniddiasti nun la scrissi eu. Fu quarchi d’unu di la Wikipedia angrisi.
Ora mi scusassi, ma videmma siddu ahhiái intirissanti la tó rispusta, pi díciri la viritati nun appittáu pi nenti la custiuni di chidda ca stava parrannu eu. E esti chidda la cosa d’impurtanzia. Siddu usái ghiustu lu scrittu cursivu, lu significatu di la cruci o lu númmaru deci, chisti sunnu cosi ca a mia inta stu mumentu mi intiréssanu picca. Picchí accamora, inta stu mumentu pricisu, la nostra bedda e amata lingua siciliana sta murennu. E dunca chista, e sulu chista, mi intiressa a mia.
Penza-cci tanticchia cumpá. Siddu stassi murennu tó mugghieri, chi fai? Ti assetti ddocu a parrari di cruci e cosi, o immeci ti susi, la pigghi e la porti a lu sanatoriu?!
Eu, quannu mori quarchi cosa o quarchi d’unu ca amu, la cercu di sarvari cu tutta la forza ca agghiu. E abbasta.
Ma, grammirzí pi li tó mutti! Ora mintu arreri zoccu scrissi apprima, tantu a aspittari na rispusta ca appetta la custiuni di chi tratta.
Michiluzzu Scalisi (msg) 13:05, 19 Dic 2008 (CET)

La lingua siciliana o si evolve o muore?[cancia la surgenti]

Ciao ragazzi,

scusatemi se scrivo qui italiano invece di siciliano. Il motivo principale per questo è perché io non mi posso affatto arrendere a scrivere quel dialetto regionale dell'italiano che oggi si parla in Sicilia. E purtroppo il vero siciliano, quello che vorrei scrivere, spesso non si capisce. E quindi, invece di arrendermi e compromettere la lingua siciliana, preferisco scrivere italiano.

Se però volete vedere il testo siciliano, lo potrete vedere qui. E allora continuo in italiano.

Volevo porvi una domandina, cioè: La lingua siciliana o si evolve o muore? Per me è una domanda retorica, perché secondo me è ovvio che la lingua siciliana sta morendo. Però molti altri non ci credono, e per questo ho pensato di discuterlo un po'. Rifletto spessissimo su questa questione, ma l'idea di cominciare adesso questa discussione mi è venuta quando leggevo qua:

sportivu -> spurtivu. No, "sport" è na palora muderna dunca l'aggittivu sicilianu è mudernu: "sportìvu" pò arristari. Pi la tò nfurmazzioni: la "o" atònica esisti 'n sicilianu.

L'autore del suddetto è l'amministratore Sarvaturi, e per questo rispondo direttamente a lui. Turi, me lo spiegheresti per favore questo? In che senso dici che esiste la o atonica nel siciliano? Parli o della lingua siciliana o del dialetto1 che si parla oggi? O forse parli di una certa parlata dove rimane?

Io me ne interesso solo perché a me mi sembrava sempre che le vocali «e» e «o» nella lingua siciliana non restano quando perdono l'accento tonico. Ce lo dice chiaramente il Camilleri, che li chiama "vocali mobili", nella sua grammatica2. Questo fa ridere anche perché la stessa cosa l'abbiamo proprio noi sulla Wikipedia: Vucali mòbbili. Là si legge:

Ntâ lingua siciliana ... «e» e «o» chi hannu na carattirìstica siciliana ... di canciàrisi, rispittivamenti 'n «i» e «u», ogni vota ca na palora perdi l'accentu tònicu. Sta trasfurmazzioni pò succèdiri p' ogni elementu grammaticali: sustantivi, aggittivi, verbi, avverbi, eccetra.

E poi certamente sono tantissime altre persone che dimostrano questo proprio fatto, più tutta la prova palese che c'è. E te lo posso mostrare se ne hai dubbi.

L'ultima cosa e poi finisco, e scusatemi se sbaglio.

Ma leggendo quello che hai scritto quassù, mi sembrava che hai usato la parola mudernu come se fosse una scusa per lasciare perdere le regole linguistiche della lingua siciliana. Sembra che tu dica, "ma sta palora muderna è, e pi chissu la putemu lassari mmeci di sicilianizàrila!"

Però due cose sono:

1) Fatto è, invece, che le parole siciliane si sono sempre state sicilianizzate, anche nei tempi dei greci. Ti posso mostrare molte parole di tutte le lingue che, entrando nella lingua siciliana, si sono sicilianizzate. Parlo di parole greche, latine, arabe, francesi, spagnole, catalane e italiane. Allora, ti chiedo, come mai ti sembra che queste regole linguistiche ora non si debbano rispettare più?

2) Parlando ora del concetto delle parole "muderni", a me mi sembra che oggi più che mai queste regole devono essere rispettate. Questo perché la globalizzazione sta minacciando le lingue come mai prima!

Con questo ti consiglio tre pagine per adesso:

I. UN International Year of Languages - 2008 - Preservation of Languages

Yet, due to globalisation processes, they [languages] are increasingly under threat, or disappearing altogether.3

II. UN International Year of Languages - 2008 - Message from Director-General of UNESCO

However, within the space of a few generations, more than 50% of the 7,000 languages spoken in the world may disappear. Less than a quarter of those languages are currently used in schools and in cyberspace, and most are used only sporadically. Thousands of languages – though mastered by those populations for whom it is the daily means of expression – are absent from education systems, the media, publishing and the public domain in general.4
Ora sì, è vero che il siciliano viene utilizzato nel cyberspazio, ma statevi attenti a quale siciliano è. E' la lingua siciliana, o un dialetto dell'italiano? Ha molto importanza la risposta a questa domanda! A me mi sembra che non può essere la linga siciliana, se non rispetta le regole linguistiche di questa lingua.

III. Wikipedia - Language Death

The most common process leading to language death is one in which a community of speakers of one language becomes bilingual in another language, and gradually shifts allegiance to the second language until they cease to use their original (or heritage) language. This is a process of assimilation which may be voluntary or may be forced upon a population. Speakers of some languages, particularly regional or minority languages, may decide to abandon them based on economic or utilitarian grounds, in favour of languages regarded as having greater utility or prestige.
During language loss--usually referred to as obsolescence in the linguistic literature--the language that is being lost generally undergoes changes as speakers make their language more similar to the language that they are shifting to. This process of change has been described in two categories, though they are not mutually exclusive. Often speakers replace elements of their own language with something from the language they are shifting toward. Also, if their heritage language has an element that the new language does not, speakers may drop it.
    • overgeneralization;
    • undergeneralization;
    • loss of phonological contrast;
    • variability;
    • changes in word order;
    • morphological loss;
    • synthetic > analytic;
    • syntactic loss (i.e. lexical categories, complex constructions);
    • relexification;
    • loss of word-formation productivity;
    • style loss (see: bottom-to-top language death), such as the loss of ritual speech [3];
    • morphological leveling [4];
    • analogical leveling.


Some linguistic minorities may be shocked to find their language near extinction, but the idea that even to communicate that frustration, one must raise awareness in the dominant language, reveals the preference of the dominant language for cross-cultural understanding.5


Dunque, per concludere il discorso, voglio chiederti ancora a spiegarmi come può esistere nella lingua siciliana l'o atonica? E poi ti voglio pregare di leggere bene le cose che adesso ti ho mandato. Secondo me sono fatti molto importanti, e non se ne può essere ignorante.

La lingua siciliana ha delle regole, e le sue regole si rispettavano e si dovranno sempre rispettare. Altrimenti dovrà morire, perché nel mondo moderno, le lingue deboli non cambiano - muoiono.

[1] lo chiamerebbe Ruffino il dialetto regionale dell'italiano e ne potete leggere ancora qui
[2] il testo lo potete vedere qui
[3] Eppure, a causa dei processi di globalizzazione, loro [le lingue] sono sempre più sotto minaccia, o scomparendo del tutto.
[4] Però, nell’arco di qualche generazione, più di 50% delle 7.000 lingue parlate nel mondo dovranno forse scomparire. Meno di un quarto di quelle lingue vengono attualmente utilizzate nelle scuole e nel cyberspazio, e la maggioranza viene usata solo sporadicamente. Mille di lingue - sebbene conosciute perfettamente dai popoli per cui sono il mezzo quotidiano di espressione - sono mancanti ai sistemi scolastici, alle media, all’editoria e al dominio pubblico in generale.
[5] Il processo più comune che conduce alla morte linguistica è uno nel quale una comunità di parlanti di una lingua diventa bilingua in un’altra lingua, e gradualmente cambia fedeltà alla seconda lingua fino a smettere completamente di usare la loro lingua originale (o patrimoniale). Questo è un processo di assimilazione che può essere volontario oppure obbligato ad un popolo. I parlanti di certe lingue, in particolare quelle regionali o minoritarie, potrebbero decidere ad abbandonarle per motivi economici o funzionali, a favore delle lingue considerate di essere di più utilità o prestigio.
Durante la perdita linguistica--di solito chiamata obsolescenza nella letteratura linguistica--la lingua che si sta perdendo generalmente subisce cambiamenti mentre i parlanti fanno la loro lingua più simile alla lingua alla quale si stanno spostando. Questo processo di cambiamento è stato descritto in due categorie, anche se non si escludono l’un l’altro. Spesso i parlanti sostituiscono elementi della loro lingua con qualcosa della lingua alla quale si stanno spostando. E, se la loro lingua patrimoniale possiede un elemento che alla nuova lingua manca, i parlanti lo lascerebbero perdere.
    • sovrageneralizzazione*
    • sottogeneralizzazione*
    • perdita di contrasto fonologico*
    • variabilità*
    • cambiamenti del ordine lessicale*
    • perdita morfologica*
    • sintetica > analitica*
    • perdita sintattica (cioè categorie lessicali, costruzioni complesse)*
    • rilessificazione*
    • perdita di produttività di formazione lessicale*
    • perdita stilistica*
    • livellamento morfologico*
    • livellamento analogico*


Si meraviglierebbero certe minoranze linguistiche a sapere che la loro lingua è vicino all’estinzione, ma l’idea che perfino a comunicare questa frustrazione devi svegliare la coscienza nella lingua dominante, mostra la preferenza della lingua dominante per comprensione cross-culturale.

Michiluzzu Scalisi (msg) 13:05, 19 Dic 2008 (CET)

Arrispunnuta a Michiluzzu[cancia la surgenti]

  • Salutamu, Michiluzzu. Zoccu scrivisti a ccà sùpira e assai ntirissanti, macari s'avissi fattu megghiu a scrivìrilu 'n sicilianu, ca tutti lu capiscimu; chiddu ca certi voti non si capisci, sù arcuni toi palori ca, aoggi usati picca (o non cchiù usati), arrisùrtanu di diffìcili cumprinzioni.

Lu sicilianu si evolve o muore? chista è la tò spiatina !
Lu sicilianu cancia (si evolve) e mori! chista e la mè arispunnuta ! E' la sèmprici custatazzioni dê fatti ca mi fà dìciri ca lu sicilianu cancia e mori. Ma non poti èssiri ca accuddì ! Na lingua ca non veni scrivuta, comu voi ca non cancia ntô tempu ? Tuttu chiddu ca scrivisti è cunnivisìbbili ! E allura ? Chista è la rialità !

Pirò, ti vogghiu dìciri macari jù na para cosi:

  • Si la lingua siciliana non canciassi cô tempu (accuddì comu a qual'egghè àutra lingua, ma chidda siciliana chiossai picchì è minuritària e li siciliani foru scularizzati sulu cô talianu), astura avìssimu scrìviri accussì: "...issu medemmi dannau lu sou humanissimu propositu commu vacanti et repentendusi di l'andari, turnau a lu lectu et addurmisiusi..." [Stu ducumentu è n'astrattu nicu di lu "Libru di Valeriu Maximu" scrittu ntô 1320) oppuru "In lu annu dili milli du chentu octanta dui anni dilu aduentu di Christu, in lu misi di Agustu cabalcau lu Re di Aragona di Trapani inPalermu, et li Palermitani ficiru grandi solemnitati dila sua vinuta, sicomu homini liquali aspittavanu liberacioni di morti..." (di Lu Rebellamentu di Sichilia scrivutu ntô 1282) e tanti àutri scrivuti nti nu sicilianu ca nuatri hamu chiamatu "anticu". Talìa ccà:

Penzi ca ssu sicilianu è comu a chiddu tò ? Jù penzu di no, eppuru è sicilianu!

Ora, mmeci, leggi ccà:
«Havi a sapiri, Signuri, ca a tempi antichi stu voscu di Partinicu era tantu forti e granni, ca si cci arricittàvanu li sbannuti, e nun c'era putenza chi li putìa sdari di ddà, pirchì era megghiu di un furtilizzu. Succedi na vota ca vinni 'n Sicilia lu Mpiraturi, e pri cumminazzioni passa di stu voscu»
e ccà:
«Na vota, si cunta e s'arricunta, ca si prisintau nu parrinu a nostru Signuri (a li tempi ca lu Signuri java pi stu munnu munnu) e cci ddumannau na grazia. - "Chi grazia voi?" cci dissi lu Signuri. - "Signuri, jù vogghiu lu tuttu chi cc'è a stu munnu" - " Ti sia cuncessu!"»
e ancora ccà:
«C'èranu na vota dui vicchiareddi, maritu e muggheri, c'avìanu faciutu na vita mudesta, ma ricca d'affettu l'unu pri l'àutru. A l'avvicinàrisi dâ vicchiània pirò sti dui accuminciaru a rattristàrisi picchì pinzàvanu com'era assai cchiù megghiu a piniari quann'èranu picciotti, anveci di ora ca èranu vecchi.»
Lu primu pizzuddu di cuntu lu pigghiai di Lu voscu di Partinicu (cuntu) Salomone-Marino, Tradizione e Storia, pagg.12-15 (Palermu, 1876); lu secunnu di Chiddu ca lassau lu Signuri (cuntu) G. Pitrè - da Leggende, usi e costumi del popolo siciliano; lu terzu Î dui vicchiareddi (fàula) è traduciutu di mia dû talianu.


Tutti sti cunti l'attrovi ccà:
template:Cunti

Penzu ca lu sicilianu ca usamu nta sta wikipedia è vicinu assai a chiddu di Giuseppi Pitrè e luntanu di chiddu dû 1200/1300. Comu poi taliari tu stissu, lu sicilianu canciau si taliamu lu 1200 e lu cunfruntamu cô 1900.

Chiddu ca nuatri vulìssimu fari è chiddu di mintìricci nu puntu ! (dìciu vulìssimu picchì nuddu hà diciutu nzinu a ora ca semu "sperti" di linguìstica, ma, aianzi, ham'a sempri suttaliniatu ca semu amaturi dâ lingua siciliana) E pi fari chissu, accussì comu c'è scivutu ntô Cumpenniu Stilìsticu, li nostri mudelli sunnu supratuttu l'autura siquenti:

semu nfruinzati e spirati di la puisìa di sti granni maistri siciliani:

Di ddocu partemu, dû 1700 'n poi. Apprima, purtroppu, nun avemu nuddu mudellu. E cumunqui, lu sicilianu, sarva ancora assai assai diffirenzi cô talianu, ma ntô stissu tempu mustra na granni simigghianza, essennu macari chista na lingua rumanza; assai simigghianzi havi macari cu àutri lingui appartinenti ê lingui rumanzi (Catalanu, Francisi, Corsu, Gallegu, Portughisi, Sardu, Spagnolu), ma pô mutivu dâ scularizzazioni ntô sèculu passatu dê pupulazzioni di lingua matri siciliana ndirizzata sulamenti a la lingua taliana, oggi la simigghianza cô talianu (tuscanu littirariu) è assai cchiù forti ca ntô passatu.

Chista è la futugrafìa !

(P.S.: macari pi mia "sportivo", 'n sicilianu addiventa "spurtivu" - vucali mòbbili)

Salutamu!--Santu (msg) 18:24, 21 Dic 2008 (CET)

Upinioni: "sportivu" o "spurtivu"?[cancia la surgenti]

Appoju l'upinioni di Santu ppi quantu arriguarda lu termini analizzatu nta lu Post Scriptum.
Macari pi mia "sportivo", 'n sicilianu, addiventa "spurtivu".
A vucali eni mòbbili.
Maurice Carbonaro (msg) 12:41, 22 Dic 2008 (CET)

M'attrovu d'accordu cu Santu e Maurici. Michiluzzu - ju avissi cridutu ca fussi megghiu scrìviri la tò saggìstica pi sicilianu ca pi talianu. Picchì la cosa chi manca supratuttu (pi chiddi chi vonnu sarvari la lingua siciliana) sunnu testi scritti pi sicilianu. Cchiù ca tanti scrìvinu pi sicilianu (comu cci facemu ccà) cchiù ca facemu quarchiccosa di beni pâ lingua nostra. Poi, la tò saggìstica mi fa pinzari - ma è pussìbbili ca na palora senza pisu, comu spurtivu ti manna a scrìviri na saggìstica di stu gèniri? Sai ca si fai la ricerca di sta palora «spurtivu» l'attrovi nta sta wikipedia! (armenu 21 voti) Dunca, cc'è pi veru nu prubbrema? Facirmenti Turiddu ti vulìa diri sulu ca pi certi palori muderni, nun âm'a èssiri d'acussì pirfezziunisti. E havi raggiuni! Sta palora nun cunta pi nenti! Talìa li nostri rifirimenti prifiruti ccasupra - rapprisèntanu lu nostru trisoru littirariu. Chissa è la nostra lingua, spiciarmenti la nostra lingua scritta. Nuddu ni po diri ca la scrittura di Pitrè nun rapprisenta lu sicilianu autènticu. Mpussìbbili! Si tu nun hai liggiutu li cunti di Pitrè, vàttinni a liggìrili prima, e poi torna ccà e putemu discurrìrinicci anticchia di cchiù. Salutamu! πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 02:21, 23 Dic 2008 (CET)
Puru iu m'attrovu d'accordu cu Santu, Maurice e Pippu. Havi anni chi dicemu chi li nostri rifirenzi sunnu li scritti dî nostri patri dû XIX e XX sèculu. Lu sforzu di standardizzazzioni servi sulu a mantiniri na lìnia suscittibbili di putiri èssiri spartuta cu quantu cchiossai genti pussibbili. A chi servissi scriviri nti na lingua chi ni è strània? Chistu ancora nun lu capìi. Pir contru, scriviri nti sta forma classica di sicilianu nun mi crea nuddu disturbu, e anzi è nu gran piaciri, chi ogni tantu è puru ricanusciutu di cumprimenti di quarchi visitaturi di passaggiu. --Peppi 22:43, 23 Dic 2008 (CET)

PS. Bon Natali a tutti. Pensu chi nun mi pozzu culligari cchiù nzinu ô capu di l'annu. --Peppi 22:43, 23 Dic 2008 (CET)



Ciau a tutti, comu arrispunnìu Pippu ju vulìa sulu diri ca nta na lingua ci sunnu sempri arcuni ccizzioni (è pirchissu ca nun m'attrovu sempri d'accordu cu li "tiurìi linguìstichi" di Micheli) e è veru ca ju nun fici bonu usannu l'asempiu "sportìvu" ch'è na palora siciliana "dialittali"

Effittivamenti la furma cchiù siciliana è "spurtìvu".

Bonu natali a tutti. Salutamu. --Sarvaturi (msg) 21:06, 25 Dic 2008 (CET)

Bon Natali[cancia la surgenti]

BON NATALI.GIF

--Santu (msg) 00:06, 24 Dic 2008 (CET)

  • Bona Idìa ! - ✔ Fattu --Santu (msg) 07:35, 24 Dic 2008 (CET)
  • Ciau, grazzi Pippu e Santu pi lu missaggiu beddu ntâ pàggina principali! Vi salutu. --Sarvaturi (msg) 21:36, 25 Dic 2008 (CET)

Picciotti pi ccortesia scriviti in sicilianu e non nno na lingua cunn'esisti propriu[cancia la surgenti]

Assabbenerica a tutti ieni sugnu nterpriti (le lingue sono la mia vita è ne parlo 5 + siciliano, da madre lingua) a Sicilia parlannu daa parlantina di tutti 'bbanni e non mmi fazzu cavaddru e putiti puru lassarimi perdiri ma si nuddru di niatri nni ricanuscemu nni kiddru chi sirici cca, è fauttiata, pigghiata pu c..., è a ggenti un ci scrivi cchiu, e facitimi capiri soccu esti sta vriogna di modificari "le inserzioni dei nuovi termini, lq ggenti v'arricchisci lu situ e bbuatri chi ffaciti adattati italianizzati ohh ma ccani è Wikipedia Sicialianu no Wikipedia Pulintuni. nna cosa è ssemu tutti d'accordu chi 'n zicilianu di Messina a Rausa Girgenti Trapani Palermu e nno centru e a unni e gghiè nzumma, lu " sirvizzu è sirvizzu" e no "sirviziu" e mi dispiaci dirilu ma stu situ e tuttu tiski toski italianizzatu e caristivu nno na lingua cun'nesisti a nuddra bbanna, attruvai cosi ki cci scrissi canciati e italianizzati, ma scusati picchi? pi l'amuri chi mmi ci capiscinu cocchi ccosa puru quattru pulintuni o ki?

Insomma io non sono nessuno ma cio vi vaccia riflettere un ex contribuente. ah appropositu se volevate dire Donazioni apposto di mettere Dunazzioni che non esiste mittitici lassiti c'almenu esisti.

  • Sabbenarica a Vui, caru amicu dâ lingua siciliana !
    Senza nenti a chi diri pi chiddu ca vui diciti d'èssiri (ntrèppiti di cincu lingui parrati) vogghiu addumannàrivi na cosa supra a chiddu ca scrivìstivu ccà: "nuddru di niatri nni ricanuscemu nni kiddru chi sirici cca".

1) Chi veni a dìciri nuddru e kiddru? Jù nun haiu sintutu mai a nuddu ca nta Sicilia parra cu ssa r misa ntô menzu dâ dd e u ! Nti quali parti dâ Sicilia studiàstivu ssu sicilianu ?
2) E sirici chi veni a diri ? Veni a diri "si dici" o sìdici (nùmmiru)?
3) Dunazzioni: si taliati ccà http://209.85.135.132/search?q=cache:IOPRcCvmCXkJ:ilsiciliano.net/page34_di_lingua_a_dialettu.php+dunazzioni&hl=it&ct=clnk&cd=11 putiti vidiri vui stissu ca àutri siciliani dìciunu dunazzioni.
5) Pi finiri, facìtini sapiri qual'è ss'artìculu unni attruvàstuvu cosi di vui scrivuti e canciati e talianizzati: vi pozzu diri accuddì si fìcimu bonu o no, picchì non nn'arisurta chiddu ca vui diciti (talianizzari l'artìculi); casu mai, si scrivìstivu palori comu a nuddru e kiddru (e cortesia ca 'n sicilianu si dici e scrivi curtisìa), l'hamu curiggiuti 'n lingua siciliana.

Salutamu! --Santu (msg) 00:00, 29 Dic 2008 (CET)

Puru nt'e messaggi (template) io suggerivi u scrivimu cchju' meridiunali ("mo'" ambeci i "ora"), però chista è a wiki siciliana e non d'a zona anduvi si parra na lingua cchju' randi, di cui u sicilianu è sulu nu dialettu, quindi mi rispundiru ca "mo'" non è sicilianu (e preferiscinu a parola italiana "ora" -- cchju' siciliana?). Siccomu n'associazzioni religiosa e non linguistica (ethnologue) chi volìa u sapi i lingui chi ànnu bisognu d'a traduzzioni d'a bibbia, dezi a sta lingua u nomi "sicilian", allura i siciliani mo su i patruni i sta wiki, e criàru nu sicilianu unificatu (standard, nta na lingua furastera) ambeci u crìanu na lingua meridiunali unica comu era giustu. Quindi salentini e calabbrisi non ànnu na wiki anduvi ponnu scriviri, su ccà comu ospiti e non comu patruni anzemi e siciliani comu avia ad esseri... ma già discutivi in passatu i sta cosa senza troppu successu, quindi penzu ca non è utili mancu mo' (ora). Bon annu novu a tutti --Francescost (msg) 11:09, 3 jin 2009 (CET)
È veru ca si tratta di na custioni disfìcili. Era pû fattu di stu Ethnologue c'àppimu sta pussibbilitati d'accuminzari na wikipedia siciliana. Poi, avemu pruvatu a ospitari li dialetti calabbrisi e pugghisi (difatti la majuranza dî wikipedi nun fannu d'accussì). Pi diri la viritati, nun sugnu sicuru chi putìamu fari di superchiu. Pi quantu riguarda l'usu di certi palori e formi, semu sempri pronti a discurrìrinni. P'asempiu, sta palora «mò» si usa nta certi banni dâ pruvincia di Girgenti e signìfica «ora» sì e no. Cc'è sta sprissioni: nè mò, nè mai. Siddu putìssimu attruvari sta palora ntâ lingua scritta, ju fussi cuntintuni a accitàrila p'usari nta sta wikipedia. Salutamu! --πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 13:32, 3 jin 2009 (CET)
  • Ciau Francescost, ogni tantu ni sintemu...
    Nuatri nun avemu criatu propiu nenti ! Nuatri hamu cupiatu lu sicilianu scrivutu dê littirati siciliani (si l'hamu cupiatu bonu o mali, chistu è n'àutru discursu). Foru iddi ca criaru lu sicilianu littiràriu unificatu (saputu sèntiri macari standard, ma è cchiù giustu "sicilianu littirariu unificatu"). Già a ccà supra nti sta pàggina (Wikipedia:Circulu#Arrispunnuta a Michiluzzu ), signaliai na pocu di cunti (chisti: template:Cunti) unni si ponnu attruvari asèmpî di cunti e fàuli scrivuti 'n sicilianu d'ammeri lu 1800; cu stu sicilianu littiaràriu scrìvunu aoggi àutri littirati (pueti e scritturi) siciliani. Staiu priparannu n'artìculu unni haiu a mintìricci na scigghiuta di "canti pupulari siciliani" pigghiati di La Raccolta di canti popolari siciliani di Liunardu Vigo, pubbricata ntô 1857 pi fissari pi sempri la tradizzioni parrata dô pòpulu di Sicilia; liggennu ssi canti (pigghiati di tanti àrii dâ Sicilia - Catania, Palermu, Aciriali, Termini, Minìu, Missina...... -) si vidi comu lu sicilianu è unu sulu (cu picca canciamenti ntra na banna e n'àutra). Lu sicilianu littiràriu (standard) scrivutu è abbastanza stabbilizzatu e, si taliamu bonu, è assai cchiù stabbilizzatu dû talianu scrivutu ntô tirritoriu talianu, unni la diffirenza ntra nu scrittu di un cristianu di Turinu prisenta assai diffirenzi 'n cunfruntu ô scrittu di nu Barisi.
Fàula di G.PITRE' - LA MUNACHEDDA.JPG

Ora e mò: Sta mmàggini è pigghiata di na fàula cugghiuta e scrivuta 'n sicilianu di Giuseppi Pitrè, unni ora è ora, no mò. Voli diri ca 'n sicilianu si dici ora (dû latinu hora e dû grecu ora).

Siti òspiti ? No, si tu ca ti senti òspiti ! Nuatri hamu sempri diciutu ca li calabbrisi e li salintini sunnu a sò casa. Hamu criatu pàggini principali pê calabbrisi e pê salintini, hamu criatu template e purtali fatti apposta p'iddi, hamu fattu tuttu chiddu ca si poti fari pi ncuraggiàrili a scriviri ognidunu ntâ sò lingua lucali.... Chi àutru putìvimu fari ? Ti salutu - Assà!.--Santu (msg) 18:18, 4 jin 2009 (CET)

Si a parra meridiunali estrema (o juniana comu fu proponutu) e nci fu datu u nomi "sicilian" allura non significa ca è d'a Sicilia,ma di tutta a zona chi parra sta lingua.
  • Ospiti o no si eravamu tutti a pari livellu, nc'era nu circulu generali pe tutta l'enciclopedia, e tri circuli, unu p'e siciliani, unu p'e calabbrisi e unu p'e pugghjisi o stessu livellu. Sparti, non c'eranu simbuli reggionali (tipu a bandera d'a Sicilia, d'a Calabbria o d'a Pugghja). Mancu nt'a wiki italiana si vidinu banderi italiani, pecchì si sapi ca l'italianu è parratu puru fora i l'Italia. Quindi simu trattati comu ospiti.

Nudu dissi ca i server i wikipedia sugnu pe l'usu d'u sicilianu letterariu, ma pe tutta a zona meridiunali estrema, quindi stu spaziu volìa spartutu nta parti oguali e cu na lingua viva capisciuta e deciduta d'i parranti di a zona M.E. Nu situ p'o sicilianu letterariu avìa u avi n'atru postu.

I cchjù, simu sicuri ca tutti i poeti pigghjaru a lingua parrata, e no nu mistu sicilianu-italianu? A poesia non è prosa... Sparti, nta wikipedia italiana furu cangiati nu saccu i collegamenti e puru ncuna immagini, pemm'u si dici ca a parrata usata nt'a Calabbria è nu dialettu d'u sicilianu... e chistu non è assai pulitu. Però sacciu già ca perdu tempu, pecchì discutimmu i sti cosi senza arrivari a nuda conclusioni. No' pigghjatili comu provocazioni, sulu dissi chidu chi penzu. --Francescost (msg) 21:43, 4 jin 2009 (CET)
Li cunti e li fàuli di Pitrè nun sunnu puisìa, ma prosa. Tanti àutri cunti e fàuli e rumanzi, non scrivuti di Pitrè sù prosa e no puisìa. La lingua parrata ntâ Sicilia e ntâ Calabbria e ntô Salentu, veni chiamata siciliana e non Jonica o estremu miridiunali, pi nu fattu stòricu: primu di tutti la scola siciliana. Salutamu. --Santu (msg) 01:50, 5 jin 2009 (CET)
Siciliana è na cosa d'a Sicilia, io su cuntentu ca parramu a stessa lingua, ma non è giustu ca u nomi è sicilianu. Dialetti meridionali estremi è usatu nt'a linguistica (studiasti linguistica, pemm'u dici ca sta parola non si usa?). Jonica è na parola chi non si usa, ma fu suggerita i n'utenti sicilianu i sta wiki (Sarvaturi). A scola siciliana è na scola chi jera a corti d'a Sicilia assai tempu arredi, e astramenti i varianti si evolviru, e soprattuttu a Sicilia non avi cchjù na corti cu nu re mecenati, quindi oggi non esisti cchjù a scola siciliana. --Francescost (msg) 11:36, 5 jin 2009 (CET)
  • La capitali di l'Italia è Roma sulu picchì Roma è cchiù mpurtanti storicamenti di àutri cità taliani, ma pi mpurtanza ecunomica e culturali avissi a èssiri Milanu la capitali.

Ô stissu modu la lingua siciliana veni chiamata siciliana picchi la Sicilia fu la riggiuni unni si furgiau non sulu la lingua siciliana, ma chidda di l'Italia (Danti e àutri di l'ebbica la chiamaru "patri di la lingua taliana" : vidi chi mpurtanza c'appi la Sicilia pâ lingua taliana...!).
'N tempi cchiù ricenti, tanti littirati dâ Sicilia e di fora studiaru, analizzaru la grammatica e la parrata, fìciru vucabbulari, accadèmii 'n lingua siciliana (pi na picca di tempu lu sicilianu fu macari lingua ufficiali) e tanti àutri littirati siciliani (di mpurtanza nazziunali) scriveru prosi 'n sicilianu, comu p'asèmpiu Capuana e Pirandellu. La lingua siciliana di Sicilia non pò èssiri mai chiamata "dialettu miridiunali estremu" (miridiunali estremu rispettu a cui ? Â lingua taliana ?) pô sèmprici mutivu ca idda non è un dialettu, ma na lingua (mentri ca li parrati lucali - chidda di Catania, di Palermu, di Rausa ecc. - sunnu dialetti dâ lingua siciliana). La linguistica ca usa lu termini dialettu miridiunali estremu, chi linguistica è ? Chidda scrivuta ntê libbra taliani? Fatta dî taliani ? Di chiddi ca nni hannu sempri abbuffiniatu, a nuatri e a la nostra storia .
Nta tutti l'àutri urganìsimi furasteri (non taliani) ssù termini non l'haiu liggiutu mai. Ntô libbru russu dî lingui n pirìculu pubbricatu di l'UNESCU si parra di lingua siciliana (talìa ccà: http://www.helsinki.fi/~tasalmin/europe_index.html#Italy), ntâ Carta europea delle lingue regionali e minoritarie si parra macari ddocu di sicilianu (talìa ccà:http://www.minoranzelinguistiche.provincia.tn.it/news/-nazionali/pagina328.html), nta tuttu lu munnu si parra di "sicilianu", mentri ca nta l'Italia veni diciutu dialettu meridiunali estremu. Sta cosa non camina ! Salutamu.--Santu (msg) 14:40, 5 jin 2009 (CET)


I ddu siti chi mi desti si contraddicinu: unu usa i nomi italiani, comu u situ finlandisi

  1. (Tuscan & Central) Italian
  2. Italian, South (incl. Neapolitan)" , cioè un napulitanu è inclusu nt'e lingui meridionali (cchjù a sud nci sugnu chidi meridionali estremi, e chistu mi duna raggiuni, ma poi i chjama sicilianu, forsi pe l'influenza di ethnologue)

u situ d'a provincia i trentu ambeci u chjama napulitanu ... comu minimu nc'è confusioni.

E puru l'italianu non si chjama fiorentinu, ma italiano, pe riferimentu giograficu. Nui simu o Sud di l'italia, ma siccomu nt'o sud nci su 2 lingui, una e meridionali, una è meridionali estrema, e u sicilianu è na varianti i sta sacunda. Pe tia, chi colonizzi a Calabbria, vaci bbonu, ma a mia non mi piaci u sugnu colonizzatu, io non parru sicilianu, anzi, u dialettu mio è cchjù strittu d'u toi (è cchjù lingua forzi), armenu pe quantu leggiu nta sta wiki.--Francescost (msg) 15:39, 5 jin 2009 (CET)


  • Noni, si tu ca non leggi bonu (o non voi) chiddu ca c'è scrivutu !

Nta chiddu fillannisi (ca ripigghia lu libbru russu dî lingui n pirìculu pubbricatu di l'UNESCU) c'eni apprima la lista dê lingui ca non ci sunnu cchiù (Extinct languages), appoi na lista di chiddi ca manca picca pi non essìricci cchiù (Nearly extinct languages), chiddi ca sunnu 'n pirìculu di èssiri scancillati (Seriously endangered languages) e accussì di sècutu nzinu a agghicari a la lista di chiddi ca non cùrrunu nuddu pirìculu d'èssiri scancillati (Not endangered languages) e ca, picciò, sunnu lingui vivi e sunnu:
Estonian, Finnish, Hungarian, Polish, Czech, Slovak, Slovene, Serbo-Croatian, Macedonian, Bulgarian, Ukrainian, Russian, Lithuanian, Latvian, English (proper), Dutch, Luxembourgian, (Moselle Franconian), High German (proper), Alemannic (incl. Swiss German), Bavarian (incl. Austrian German), Icelandic, Faroese, Norwegian, Swedish, Danish, Portuguese, (Castilian) Spanish, Catalan, French,

(*)  Venetian 
(**) (Tuscan & Central) Italian 
(***) South Italian (incl. Neapolitan) 
(****)Sicilian 

(Daco-)Romanian, Gheg Albanian, Tosk Albanian, Greek, Tatar

  • (*) Lu Venitu veni cunziddiratu na lingua a parti dâ lingua taliana
  • (**) Lu Tuscanu e lu talianu cintrali, venunu cunziddirati comu lingua taliana
  • (***) Lu sud di l'Italia (nculusu lu napulitanu) veni cunziddiratu na lingua a parti di chidda taliana
  • (****) Lu sicilianu veni signaliata comu n'àutra lingua, diffirenti di chiddi susu numinati


Lu Venitu, lu Tuscanu e lu talianu cintrali, lu sud di l'Italia (nclusu lu napulitanu) e lu sicilianu non vènunu cunziddirati comu nu dialettu dâ lingua taliana (e allura lu tuscanu e lu talianu cintrali avìssiru èssiri cunziddirati dialetti dû talianu) macari ca, pricisa lu libbru russu dî lingui 'n piriculu di l'UNESCU,

Corsican
(Tuscan & Central) Italian
Italkian (Judeo-Italian)
South Italian (incl. Neapolitan)
Sicilian
sunnu tutti lingui Italo-Romance

Ma, dici tu, "pô sicilianu l'UNESCU vinni nfruizatu di ethnologue". Talìa chi cumminazzioni... giustu giustu pô sicilianu s'eppi ssa nfruenza... pi nuddu àutru no, ma pò sicilianu si !

Allura voli diri ca ethnologue nfruinzau macari La VII Commissione cultura della Camera(Cultura, scienza e istruzione), ca "esaminato il nuovo testo del disegno di legge C. 2705 e abbinate, recante «Ratifica della Carta europea delle lingue regionali e minoritarie», come risultante dagli emendamenti approvati nel corso dell'esame in sede referente; premessa l'esigenza di tutelare in armonia con i princìpi generali stabiliti dagli organismi europei e internazionali, i diversi idiomi parlati nel territorio nazionale, quali le lingue parlate dalle popolazioni albanesi, catalane, tedesche, greche, slovene, croate, francesi, le lingue franco-provenzale, grica, sarda, ladina, friulana ed occitana, nonché di promuovere e favorire la cultura degli idiomi regionali, quali, tra gli altri, il veneto, il napoletano, il lombardo e il siciliano, esprime PARERE FAVOREVOLE." (...) "il disegno di legge si muove in tre direzioni diverse: la prima mira a tutelare le lingue minoritarie parlate in varie regioni del Paese; la seconda tutela le lingue regionali già riconosciute e la terza invece riguarda gli idiomi parlati nelle regioni italiane. La discussione ha visto un iniziale disaccordo tra chi riteneva che nelle premesse della proposta di parere si dovesse fare riferimento esplicito solo a certe lingue regionali (veneto, napoletano, lombardo e siciliano), e chi sosteneva che le lingue indicate costituissero solo un esempio delle lingue da tutelare. La Commissione ha poi stabilito che gli idiomi indicati costituiscano esclusivamente degli esempi, prendendo altresì atto che tali idiomi (*) possiedono sicuramente una valenza culturale superiore rispetto ad altri."

(*) Idioma: linguaggio proprio, particolare di un popolo, che lo distingue da un'altro.

Salutamu.--Santu (msg) 02:32, 6 jin 2009 (CET)

P.S.: A nudda banna haiu ancora liggiutu dialettu miridiunali estremu. Pòrtimi n'asèmpiu. --Santu (msg) 02:41, 6 jin 2009 (CET)

Separamu u nomi d'u problema wikipedia[cancia la surgenti]

Puntu primu: u nomi chi dici ca non esisti u poi trovari a vari vandi: google - scienze, o voi unu cchjù esoticu, vistu ca non ti fidi d'i studi italiani? ccà forzi ti cumbeni u usi control + F, atri studi linguistici: I dialetti meridionali estremi, Grassi C, Sobrero A.A, Telmon T, 2003 (obbligatoriu all'università i Macerata, vidi ccà e nota a classificazioni d'i dialetti nt'a paggina). Puntu sacundu: puru ammessu ca u nomi è accettabili, u problema d'a lingua indicata di stu nomi è diversu. Si cu stu nomi si indica na lingua chi è parrata puru fora d'a Sicilia, allura pemmu u si crea na lingua siciliana unificata ànnu u si consideranu puru i varianti fora d'a Sicilia, cosa chi io vogghju diri, o armenu nomm'u si usanu simbuli siciliani (volimu u parramu di Sicilia comu reggioni linguistica, o comu reggioni politica? non si poti aviri tuttu, non è giustu). E comunqui, tra i ddu nomi, chidu ccjù neutru e politicamenti correttu è meridionali estremu, chi mo' puru tu sai o 100% ca è usatu, vistu ca ti dezi fonti attendibbili. Salutu --Francescost (msg) 13:53, 6 jin 2009 (CET)


  • Mi pari ca tu scanci la nnicazzioni di l'ària giugrafica d'appartinenza dî diversi gruppi linguistichi cu la dinuminazzioni di ognidunu dî dialetti (o lingui) prisenti nta na ditirminata ària giugràfica; zoè ntô situ ubblicatòriu di l'universitati di Macirata lu tirritòriu talianu veni spartutu nti diversi àrii giugrafichi, ma senza spicificari quali dialetti vènunu parrati d'intra a s'àrii giugràfichi. Chista è la lista:
  • i dialetti settentrionali (e jù dicu: chissa è l'ària giugràfica nnicata 'n manera ginèrica - ma nta ss'aria è suttantisu ca cci sù li dialetti dâ Lummardia, Vènitu, Piemunti, Liguria, Emilia (?), eccettra)
  • i dialetti toscani (e jù dicu: chiddi dâ Toscana e àrii vicini)
  • i dialetti centro meridionali: area mediana, area meridionale (e jù pricisu:Lazziu, Campania, Lingua napulitana, Umbria, Pugghia, eccettra)
  • i dialetti meridionali estremi (e jù pricisu:Calabbria, Sicilia,)
  • e àutri ancora....

Comu vidi tu stissu, non è ca li dialetti dâ Calabbria e dâ Sicilia vènunu chiamati miridiunali estremi, ma pi miridiunali estremu si voli nnicari na ditirminata ària unni si parra nu dialettu diversu di chiddu di l'ària sittintriunali. Si accuddì non fussi, allura veni a diri ca tuttu lu sittintriuni parra cu n'ùnicu dialettu (e sapemu ca accussì non è).
N'àutru asèmpiu: vulennu spartiri l'Europa 'n diversi àrii giugràfichi, li paisi scandinavi vinìssiru nnicati comu ària giugrafica Europa sittintriunali, mentri ca l'Italia vinissi nnicata comu Europa miridiunali: ma non è ca la lingua taliana vinissi saputa sèntiri comu lingua eurupea miridiunali... si dicissi ca nta l'arìa di l'Europa miridiunali si parra lu Talianu !

Lu situ cchiù esoticu (scrivutu 'n giappunisi o cinisi ?), parra dû dialettu calabbrisi, a nudda banna lèggiu "miridiunali estremu" e, nti ogni casu, è aripigghiatu di studî taliani (di chiddi ca ntô passatu e macari aoggi nn'abbuffinianu).

Google - scienze, macari iddu innica n'ària giugràfica unni si parra nu dialettu Calabro-Siciliano (ss'ària giugrafica veni ditta miridiunali estremu, picchì di Roma a scìnniri l'Italia veni spartuta 'n midiani, miridiunali e miridunali estremu). Appoi si cliccamu nti Calabro-Siciliano, si grapi na pàggina unni attruvamu: Lingua sicilina e dialettu calabbrisi.

Cumunqui, siccomu mi stufai cu sta pulèmica ca stamu facennu nuatri dui, lu sai chi ti dicu ? Chiamalu comu voi ! Chiamalu miridiunali estremu ! Accussì non veni culunizzatu dî siciliani ! Fatti culunizzari dî taliani ca si cchiù cuntenti (accuddì mi parsi di capiri).
Jù, pi cuntu miu, la cuntiniu a chiamari lingua siciliana (e li parrati lucali li chiamu dialetti siciliani e dialetti calabbrisi), datusi ca non vogghiu cchiù èssiri culunizzatu e pigghiatu pô c... (abbuffiniatu) dî taliani. Salutamu. Assabbenarica!--Santu (msg) 22:27, 7 jin 2009 (CET)

  • Io m'avia stuffatu tempu arredi i stu discurzu, u l'aprivi pe casu ca vitti chidu scrittu chi era megghju nomm'u viu (picciotti scrivimu in sicilianu...), pecchì mi fici perdiri sulu tempu. Volìa nu minimu i giustizzia, tantu u sacciu ca nudu cangia sta wiki, e io non sugnu chidu chi voli u cumincia u m'a cangia, quindi si io scrivu n'articulu in sicilianu calabbrisi, poti esseri 100 voti megghju d'a varianti siciliana siciliana, però è sempri nu sutta-articulu di chidu sicilianu sicilianu. Tu ài a fortuna u poi scriviri nt'a prima versioni i n'articulu, e giustamenti voi u ti teni stu privileggiu. Io non vogghju u su colonizzatu i nudu, apposta mi piaciarrìa u simu i stessi. Poi, ca u rrè era a Napuli (apposta si chjama napulitanu puru fora d'a Campania, a parti i stereotipi), nt'a sicilia (apposta veni puru chjamatu silianu, a parti i stereotipi), o nt'a Papuasia, e ca nt'a Calabria chidi chi sfruttavanu i contadini eranu nobbili, ma non monarchi, a mia non m'intaressa nenti. Fu a genti chi criàu a lingua, e a genti era nt'a l'Italia (geografica e non politica) meridionali estrema. Colonizzazioni si dicu ca su nt'a l'Italia non su colonizzatu; forzi tu cumpundi a Repubblica Italiana cu l'Italia (reggioni geografica, chida chi intendu io) u nomi geograficu Italia esistìa prima assai d'a repubblica, e sti isoli e penisoli si chiamavanu Italia puru quandu politicamenti eranu Roma. Italia = Insieme delle terre emerse nel Mediterraneo, causate dall'avvicinamento dell'Africa all'Eurasia, confinanti a Nord con le Alpi (nota: anch'esse generate dall'innalzamento che ha creato isole e penisole italiane) e col Mediterraneo nelle restanti parti. ... L'Italia geografica non sempre coincide con quella politica ... sono geograficamente italiane parti non politicamente italiane (zoni francisi, Malta ...). Nomi "Italia" diversi versioni, forsi d'u Rre Italo (di provenienza meridionali estrema, poi Magna Grecia cu l'arrivu d'i greci), si voi u approfondisci guarda ccà o cerca tu (nota ca è a pagina wikipedia cu a reggioni geografica italiana, ma poi trovari atri fonti). Diri ca a Sicilia è nt'a l'"Italia" non è colonizzazioni, è comu diri ca a Sicilia è nt'a l'"Eurasia", e chistu poti valìri puru pe chidi d'a lega siciliana, tantu pe fari n'esempiu "estremu". Sacciu ca a nudu nci ntaressa tantu d'u futuru d'i dialetti siciliani non di Sicilia ccà, quindi è megghju u chjudimu daveru. Salutu --Francescost (msg) 11:29, 8 jin 2009 (CET)
  • PS. (1) nt'o pdf "esoticu", chi parra in generali, e non d'u calabbrisi, ài u usi a funzioni "cerca" (Control + F sia nta Acrobat ca nta Foxit, comu ti suggerivi) e cerca "meridionali estremi" o meridionale estremo; si cita nomi italiani è pecchì l'italiani parranu i dialetti d'Italia, quindi sannu cchjù d'i giappponisi. (2) I parti cancellati usanu a nomenclatura chi considera u sicilianu-lingua e tutti l'atri varianti soi (quindi sicilianu di sicilia varianti d'u sicilianu), comu usi tu.

Riassunto finale[cancia la surgenti]

Lascio il succo della questione solo a titolo informativo se a qualcuno interessa. Scrivo in italiano, perché sembra che non tutti abbiano capito finora, inoltre userò lettere in stile matematico al posto di nomi geografico-politici che hanno finora favorito la confusione. Ho cercato di sensibilizzare su 2 problemi distinti, che invece sono stati confusi grazie ad un problema di nomenclatura:

  1. problema nome: (si vuole estendere il nome Siciliano all'infuori della regione Sicilia ... bla bla ...) immaginiamo di esserci accordati che il nome più adatto sia lingua L, parlata nell'area X, a sua volta suddivisa in tre regioni (sottoaree): A, B, C
  2. problema wikipedia: pur essendo la wiki uno spazio per l'intera l'area X, è stata usata in gran parte quasi esclusivamente da una sola delle 3 regioni, che chimeremo regione A, mentre le aree B e C sono in secondo piano (ma ci sono, non si può negare, e questo è positivo). Ad esempio negli articoli ed annunci non si considerano gli idiomi da tutta l'area X, ma solo dalla sottoarea A.

Rileggere accuratamente, perché le lettere non sono facili da memorizzare come i nomi, ma con un poco di attenzione si capirà il succo. Notare che per fare questo discorso c'è bisogno di assegnare nomi diversi a lettere diverse. Assegnando Sicilia-siciliano sia alla regione A, sia alla lingua L e sia all'area X, si ha una grande confusione, che è esattamente quella che ha favorito il disastro di comprensione su questo argomento (e forse questa confusione si è anche giocato).
Salutu, e bon annu novu. --Francescost (msg) 18:39, 10 jin 2009 (CET)

  • N'àutru tantu macari a tia. --Santu (msg) 01:34, 11 jin 2009 (CET)
  • Ciau, Cicciu capimu bonu chiddu ca dici: la nostra lingua ch'è parrata nda tri sutta-zoni (Sicilia, Calabbria, Salentu) nci havi lu nomu giogràficu d'una sula di li tri sutta-zoni e chistu ti pari ngiustu. T'arricordu ca secundu li linguisti nternazziunali lu sulu nomu ufficiali dâ nostra lingua è "Sicilian language" (nomu nun cumpretu giograficamenti) e li linguisti taliani la chiàmanu "Italiano Meridionale estremo" (nomu pocu chiaru giograficamenti). Nun sapimu esattamenti pirchì li linguisti sciggheru l'aggittivu "Sicilian" ma è prubbabbirmenti pirchì la majuranza dî parranti sundu siciliani, o forsi pirchì la littiratura siciliana è la cchiù abbundanti, o forsi pirchì la Sicilia è la zona cchiù grandi, o forsi pirchì lu re di Sicilia Federicu II ufficializzau l'usu dâ "lingua vulgari" (zoè sulu la varianti siciliana dâ nostra lingua). Hai a capiri ca tanti siciliani (ju, Santu, ecc.) nun accittirannu mai l'appillazzioni culunialista "Italiano meridionale" pirchì la lingua ca parramu ndâ Calabbria, ndâ Sicilia e ndô Salentu nun pò èssiri cunzidirata comu na varianti dâ lingua taliana e l'aggittivi "meridionale" e "estremo" pòssunu aviri na cunnutazzioni di "subaltirnità", "nfiriurità", "marginalità", "èssiri secundaria" ca rifiutamu. E' puru veru ca tanti frati salintini e calabbrisi nun vurrannu accittari l'appillazzioni "Sicilian" pirchì nun sundu siciliani. Chistu pari nu prubbrema senza fini allura la megghiu cosa sarrìa addumandari a li linguisti n'appillazzioni cchiù cumpreta o cchiù chiara. Sacciu ca prupunìi li noma "lingua juniana" o "lingua jònica" ca nun sundu pirfetti ma ca sundu cchiù cumpreti giograficamenti (mi pari). Aspittamu li pruposti di l'atri cristiani, e siddu nuddu nci pruponi nu tèrmini cchiù pirtinenti allura putimu prupòniri "lingua juniana" a li linguisti e siddu nun nci piaci a iddi allura lu nomu ufficiali resta "Sicilian language". Chi ndi penzi? Ti salutu. --Sarvaturi (msg) 22:47, 13 jin 2009 (CET)
  • Purtroppo non si vuole capire che Italiano significa "dell'Italia, della Regione Italiana" e non "dialetto dell'italiano" (la lingua in cui sto scrivendo). È come se steste dicendo che i linguisti italiani sono ignoranti rispetto a quelli stranieri, e vogliono solo "colonizzare". Quando invece io sopra ho mostrato come il nome Italia esisteva da quando politicamente eravamo Roma, o polis greche o i tanti Stati delle isole e penisole sotto le Alpi che si sono succeduti nella storia prima della Repubblica Italiana (ma nessuno sembra averlo letto). Meridionale = Sud dell'Italia (geografica), estremo è solo un ulteriore riferimento geografico necessario perché la ricchezza linguistica sul territorio geografico italiano non può essere espressa indicando solo la Regione meridionale, ma bisogna discernere questa dalla zona meridionale dell'estremità. Non mi sembra affatto che ci sia inferiorità o altro a meno di volerla vedere per forza, io sono fiero di essere dell'estremo meridione dell'Italia, e non ho nulla di che vergognarmi, anzi so che in quest'area c'è una grande storia ed un grande passato, e spero anche un grande futuro (perché il presente lascia desiderare). Non voglio riaprire la questione, perché so che è inutile (con tutto il rispetto: "non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"), ma sono tornato qui solo adesso dopo tanto, ed ho visto che cose che avevo precisato non sono state lette o capite. --Francescost (msg) 22:51, 10 Friv 2009 (CET)

Guity Novin (Navran)[cancia la surgenti]

Vurrìa sapiri picchì st'utenti Darkoneko scacillau l'artìculu Guity Novin (Navran) scrivènnucci comu mutivazzioni cross wiki spam ? Chi veni a diri ? Quarchidunu lu sapi ? Passati dui jorna e nuddu arispunni, lu risprìstinu n'àutra vota ! --Santu (msg) 16:15, 4 jin 2009 (CET)

Criju ca certi vulìanu diri ca st'artista stava mintennu li soi vuci pi tutti banni comu nu tipu di spam, o autu-abbanniati. --πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 00:45, 5 jin 2009 (CET)

Da quale lingua derivano? Qual'è l'esatto significato?[cancia la surgenti]

Cerco disperatamente le origini delle seguenti parole:

- CIAMMA

- LU MARI

Da quale lingua derivano? Qual'è l'esatto significato?


  • Salutamu ! Nzittasti a lingua di unni vèninu ssi palori, ca è lu sicilianu (e chista e la prima arispunnuta)

(Salve ! Hai indovinato la lingua dalla quale derivano queste parole, che è la lingua siciliana (e questa è la prima risposta).

- CIAMMA: La ciamma è na lingua luminusa di gas n cummustioni, prudutta di quarchiccosa c'abbrucia.
(La fiamma è una lingua luminosa di gas in combustione, prodotta da qualcosa che brucia)

- LU MARI: è lu mari.
(è il mare)

Salutamu !--Santu (msg) 20:49, 13 jin 2009 (CET)


  • Ciau, arringrazziu a Santu pi la sò arrispunnuta e agghiunciu ca sti palori siciliani vèninu prubbabbirmenti dî tèrmini latini siquenti: "flamma" (ciamma), "illum" (lu), e "mare/maris" (mari). Salutamu. --Sarvaturi (msg) 21:07, 13 jin 2009 (CET)
Ci sunnu armenu àutri du paroli siciliani chi dirivanu di na parola latina chi accuminza cu fl- e chi strasforma cu na c aduci (n certi zoni prununciata sc): ciancu (fianco, flancum), e ciuri (fiore, flores). Salutamu. --Peppi 23:55, 13 jin 2009 (CET)
Ciau carusi - m'arricugghìi dî holidays :). Nfatti, si nn'attròvanu nu munzeddu di ssi palori! ciatu, ciumi, eccetra. πιππίνυ δ - (zoccu stai dicennu?!) 08:46, 19 jin 2009 (CET)

Mudifica di http://scn.wikipedia.org/wiki/P%C3%A0ggina_principali/storia[cancia la surgenti]

Pienzu ca appi a cumbinari tanticchia di prubblema...
Vulìa 'nziririci a data di nascita di Charles Darwin ca nascìu 200 anni fa pricisi pricisi (12 frivaru 1809) e inveci si scancillarru tutti cosi..
Pruvai a nnullari a mudifica ma nun successi nenti.
Chi quarchidunu mi po' spiegari chi successi ppi piaciri?
Grammirzì.
Maurice Carbonaro (msg) 11:43, 12 Friv 2009 (CET)

Nun sacciu chi succidìu. Comunqui aduttai la tòpruposta e ci misi (apparintimenti senza prubblemi) na lìnia pi cilibbrari Darwin. Salutamu. --Peppi 17:11, 12 Friv 2009 (CET)
Grammirzì Peppi. Salutamu. Maurice

Translatewiki.net update[cancia la surgenti]

  • Translatewiki.net formerly known as Betawiki is where the Internationalisation and Localisation of MediaWiki is concentrated. Over 300 languages are supported, issues with MediaWiki programs are dealt with. We need all the help we can get to ensure that we can maintain this service in the face of an increasing workload.
  • Currently 96.36% of the MediaWiki messages and 36.61% of the messages of the extensions used by the Wikimedia Foundation projects have been localised. Please help us help your language by localising and proof reading at translatewiki.net. This is the recent localisation activity for your language. Thanks, GerardM (msg) 14:12, 15 Friv 2009 (CET)
  • PS Please help us complete the most wanted messages..

cumplimenti[cancia la surgenti]

mi guardai lu vostru wikipedia e rimasi meravigghiatu picchì è bellu stu situ accussì, salutamu, cumpari meu.

  • Salutamu a vui, cumpari e, a nomu di tutti, grazzi pî cumprimenti. --Santu (msg) 22:22, 24 Friv 2009 (CET)

Prisentazioni[cancia la surgenti]

Salutamu a Tutti, mi firmu Io' 81 (msg) e sugnu novu di 'ste bandi.

Mi autu cinzurai, vistu cà sugnu cunzidiratu "cirti utenti" comu si fussi 'ncriminali. 'Un parru chiùi 'nta 'sti bandi (e jè 'nutili ca circati - nuovamenti - di farimi canciari opinioni, pirchì si sugnu ju c'affinnìi qualchidunu, sugnu ju c'ha mi ni hajagghiri). (Io' 81 (msg) 14:22, 10 mar 2009 (CET))

'Un volissi simbrari aggrissivu o criticu, vulissi sulamenti contribuiri ad aiutari la Lingua Siciliana a mustrarisi comu lingua e no' comu dialettu. Addifatti arringraziu tutti 'ddi genti ca' pinzaru a criari lu Sicilianu in Wikipedia e tutti li genti ca' prima di mia contribuenu significativamenti alla bona rinisciuta di lu Projettu. Vi salutu cu' Curdialità e Stima, Io' 81 (msg) 15:44, 28 Friv 2009 (CET)


Ciau a tutti. Sta discussioni è assai ntirissanti. Mi fa piaciri chi lu tonu arriturnau a essiri custruttivu e chi tutti vulemu lu beni dâ lingua siciliana. E' veru chi la duppia z o autri reguli si pò discutiri. Quannu ncuminciammu stu pruggettu 5 anni fa, iu era tra li funnatura, e n'appimu a mettiri d'accordu su na pocu di reguli di grammatica e di ortografia chi foru riassunti ntô cumpenniu stilisticu. Quarchi vota li reguli cchiu cuntruversi forru discussi a loncu. Pitrè è naturalmenti una dî rifirenzi cchiù auturèvuli, ma nun è l'unica (Piccittu pi esempiu scrissi ntâ secunna mità dû XX sèculu nu vucabbulariu di 5000 pàggini). Pi quantu riguarda la duppia zeta, veni effittivamenti di la manera muderna di prununciari sti paroli, appujiatu dû fattu chi li maltisi, chi nun sunu tutti picurari e prununcianu sti paroli comu a nuatri scrivunu propriu accussì. Pi chistu ntô cumpenniu stilisticu c'e' sta cunvinizioni pi la duppia zeta. Pi quantu la duppia zeta taliati puru ccà: Usu di «ZZ» mmeci di «Z» doppu na vucali.
Tutti li cunvinzioni grammaticali e di ortografìa foru già discurruti ntî vari pàggini (spissu ntô circulu). Sarvaturi fici nu travagghiu granni cû sò cinsimentu di reguli di Ortografìa siciliana, chi cuntenunu dittagli assai funnuti, comu li rifirenzi bibbliogràfichi e tanti autri citazzioni. Dàtici na taliàta!! --Peppi 19:14, 28 Friv 2009 (CET)
  • Salutamu a tutti. L'amicu Io' 81 hà misu supra la tàvula tanti cosi ca mèritanu ogniduna d'iddi d'èssiri discurruta cu attinzioni, pirchì, accussì comu su' misi l'argumintazzioni, parissi ca putissi aviri raggiuni, non fussi àutru pô fattu ca faci affirmazzioni ca a unu ca nun è linguista (accussì comu nuatri semu), ci pò vèniri lu dùbbiu... e a mia m'avìa vinutu ! Ma, vulènnumi assicurari ca l'affirmazzioni di Io' 81 fùssiru funnati oppuru no, fici quarchi circata sùpira lu web e attruvai ca:

Puntu 1) Accentu circunflessu: dici Io' 81 "Pirchì le virsiuni ca' suggiriti (â, ê, î, ô, û) mi parunu 'mpocu dialittali e no' forma grammaticali. Arricurdamuni ca' 'u segnu ^ supra a littira significa ca' chista è doppia e no' ca' accumpagna l'articulu..."
A nudda banna haiu liggiutu ca l'accentu circunflessu signìfica ca la littra e dùppia (taliai macari ntê libbri di scola), ma attruvai ca è nu signu gràficu ca cuntrassegna li formi cuntratti Anticamente il circonflesso poteva essere posto su qualsiasi vocale (â, ê, î, ô, û) e contrassegnava le forme contratte, tipiche del linguaggio poetico, dovute all'elisione una sillaba per ragioni di metrica: fûro (furono), fêro (fecero), amâro (amarono), tôrre (togliere), côrre (cogliere), finîro (finirono).... Oggigiorno il circonflesso (che non è mai obbligatorio) può indicare la contrazione di due vocali uguali (purché non toniche) che si seguono e può essere applicato solamente al caso della terminazione -ii, che contraddistingue il plurale delle parole terminanti nella forma atona -io (es. serio → seri o serî ); in questo caso viene adoperato il grafema < î >. (talìa http://it.wikipedia.org/wiki/Accento_circonflesso); attruvai nu situ Sardu unni l'accentu circunflessu veni usatu pricisu pricisu comu l'usamu ccà - talìa: http://209.85.129.132/search?q=cache:zq1TS4wjlUAJ:www.hieracon.it/Dialetto/05-accenti.php+accento+circonflesso&hl=it&ct=clnk&cd=73

Non sacciu unni Io' 81 liggìu ca l'accentu circunflessu servi pi signaliari na littra duppia, e lu vulissi sapiri.

Punti 2), 3), 4), 5), 6) e 7): Avissi già di argumintari, ma mi vogghiu ducumintari megghiu e appoi scrivu. --Santu (msg) 00:56, 1 mar 2009 (CET)

A Peppi già c'haju scrivutu 'nta la pagina di Mozzia-Mozia. Dicu chiùssai di addabbanda solu ca' ci detti 'na taliata e mi arrisuttarono dui cosi ca' 'un mi piaceru: Giuseppi Pitrè (o a meju diri Giuseppe Pitrè) 'un scrivìa 'nzicilianu, ma scrivìa supra la Sicilia (Tradizioni, Grammatica e discurrennu); 'un attruvai 'nta la pagina Zz lu rifirimentu bibliugraficu (ca fussi sicunnu mia 'na cosa bona: mentri ca' unu scrivìa 'a pagina ci mitteva macari 'u nomu di cu' era l'Autori ca' usava 'sta regula...). Ma a parti 'sti dui cosi lu Pruggettu è chiùssai di cosa bona e furba!

A Santu c'haju addiri ca' mi lo scrivisti Tu accomuora "Oggigiorno il circonflesso (che non è mai obbligatorio) può indicare la contrazione di due vocali uguali (purché non toniche) che si seguono e può essere applicato solamente al caso della terminazione -ii, che contraddistingue il plurale delle parole terminanti nella forma atona -io (es. serio → seri o serî ); in questo caso viene adoperato il grafema < î >". Addifatti 'un avìa scrivutu giustu: avìa diri ca' si usa solu pi' 'stu casu... Ma comuncu... T'arringraziu pir l'intiressi ca' ammustrasti pir chiddu ca' scrivii (meju: scrivî... Hahahahaha! [ Accura ca sbagghiasti: ntô casu di scrivìi non si po' usari l'accentu circunflessu pirchì una di li dui vucali è tònica.--Santu (msg) 09:35, 1 mar 2009 (CET)] )

T'hajaddiri solu 'na cosa:

  • 'n T'affidari di lo web: ci su' cosi scrivuti ritti e ci su' cosi scrivuti storti!

Sempri camina cu' 'n livru 'nte manu! Pirchì almenu cu' lo scrivìu ci sturiau prima di scrivillu... Salutamu, Io' 81 (msg) 01:31, 1 mar 2009 (CET)

  • Nfatti dissi ca taliai macari ntê libbra dâ scola !--Santu (msg) 09:22, 1 mar 2009 (CET)


Santu, ju 'u liggii eccomu!

'U me' fù solu 'ncunzigghiu giniricu: lu web po' essiri utili alli vôti (viremu, 'stavota fazzu comu dici Tu e comu dici la pagina 'nitalianu di l'Accentu circunflessu! ;-) ), ma s'ha stari attenti pirchì chiussai vôti è 'nutili e scrivutu mali ('unzai chi liggii 'ncerti siti...). Santuzzu, Salutamu ca' già scurau. Boni cosi e arricughiemuni 'i Pupi (comu divevunu l'antichi). Cordialmenti, Io' 81 (msg) 02:35, 2 mar 2009 (CET)

  • Secunnu a mia, lu nostru amicu Io' 81 parti sbagghiatu ! Zoè, iddu parti di l'urtugrafìa dâ lingua taliana e dici ca chidda siciliana avissi aviri li stissi rèuli. Ma cu lu dissi ! P'àsempiu, parrannu di l'accentu circunflessu, mi custringìu a circàrilu ntâ l'urtugrafìa di la lingua taliana, ma chistu, si taliamu bonu, veni utilizzatu nta tanti àutri lingui, ogniduna d'iddi nta na manera diffirenti; e annunca, chi mi nn'haiu a fari di l'urtugrafìa taliana ?
    • Penzu ca' Tu sì cumpari Santu. Comuncu sia ju 'un partu di l'urtugrafìa 'taliana. Ti lu dissi sempri ca' mi sturiai Pitrè. Appoi sì liburu di pinzari zocchiègghiè. Pi' l'accentu circunflessu 'a rijula è comuni a le lingue Italiana e Siciliana: 'un significa ca' li rejuli su' i stissi... e appoi: "chi mi nn'haiu a fari di l'urtugrafìa taliana": beni, ma usamu li rejuli Siciliani ca' esistunu sinza 'mprovvisari. S'annunca si finisci 'nta l'anarchia 'rammaticali! Boni cosi, Io' 81 (msg) 19:01, 5 mar 2009 (CET)

Matimatica o linguistica?[cancia la surgenti]

Piccioutti,
pari ca stemu faciennu matimatica unni a cosa cchiu impurtanti eni stabbiliri l'assiomi prima di partìri a custruiri idificia loggici...
Eni gghiustu, certu, ma pari na Torri i Babbeli e stamu parrannu sulu di lu sicilianu!
Aju comu l'imprissioni ca l'attiggiamentu d'anziemi putissi scuragghiari li editura cchiu vulintirosi a scriviri l'articula picchini anu paura i sbagghiari so cchi fanu...
Speramu i no.
Maurice Carbonaro (msg) 09:20, 5 mar 2009 (CET)