Lussimburgu

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.

St'artìculu nun ha statu traduttu cumpritamenti dâ lingua taliana. S'aviti la vogghia, putìssivu fàrilu puru vui. Grazzi!

A banniara du Lussimburgu
U stemma du Lussiburgu
A mappa du Lussimburgu

U Lussimburgu , ufficialmenti Granducatu di Lussimburgu ( Lussimburghisi: Groussherzogtum Lëtzebuerg, Francisi: Grand-Duché de Luxembourg, tidiscu: Großherzogtum Luxemburg), è nu statu di l'Europa Norduccidintali. Cunfina cu la Girmania a est, cu la Francia a sud e cu lu Belgiu a ovest. A Capitali è Lussemburgu.

Giografia[cancia | cancia la surgenti]

Ambienti[cancia | cancia la surgenti]

U territoriu nun tenadi sbocchi allu mari, è formatu de riggioni. A nord u cosidettu Eisiling (o Ösling), colligatu cullu Massiccio di l'Ardenne, chistu è la parti chiù elevata du paisi (ntà media 400-500 m.s.m), coperta de boschi e de brughiere. A chissu segue n'area ccò pendii collinosi nterrotti de ripite scarpati e, a sud, u Gutland (paisi buanu9, compostu de chianuri lievimenti ondulati e da valli grandi. U vlima è continintali ccò staggioni frische e nviarni friddi.

Popolazzioni[cancia | cancia la surgenti]

Prima do 1900 u paisi ere scarsamenti popolatu, erano chiuù o menu 200.000 abbitanti, ma cu u sviluppu di l'industrie arrivarunu tanti autri europei (italiani, spagnoli, portoghesi, francesi, tedeschi, polacchi e via di seguito) e già u 1930 eranu già 300.000, mo' l'abbitanti sunu 459.000 (2006). I forastiari sunu 1/3 da popolazzioni totali, a popolazzioni urbana è du 90%, si parle francisi e tidiscu ntà l'uffici, ma do 1984 na legge ha ammessu puru lussimburghisi cumu lingua ufficiali. Quasi tutti i lussimburghisi su cattolici. E' lu paisi chiù riccu e chiù alfabetizzatu all munnu.

Economia[cancia | cancia la surgenti]

A partiri do 1878 l'economia lussimburghisa ha 'cumininciatu a passare di prevalentimenti agricola a industriali. Nascirono li primi industrie, chilla mitallurgica, di minerali (ancora attiva mo'), pe pua passari nell'anni 70 du XX seculu allu settori finanziariu e di banche, diveniandu u paise chiù riccu du munnu. L'agricultura è puru varia: vite, patati, arberi de frutta, orzu, rose), de nun trascurari l'allevamentu sia chillu bovinu e chillu suinu, cu ricchi pasculi e tecniche d'allevamentu moderne e avanzati. sino allu 2002 c'ere u francu lussimburghisu, sostiuitu i l'euru.


Storia[cancia | cancia la surgenti]

U Nucliu territoriale du Lussimburgu ha 'cuminciatu a si fari versu u 970 cumu possedimentu de Sigefredo I di Bigdau u quali dominave li territori ca facivanu capu allu castellu de Lützelburg. Ccò l'estinzione da dinastia e Sigefredo, u Lussimburgu passò ntò 1136 alli conti du Namur, pua pe via femminili alli duchi di Limburgu. Cedutu ntò 1313 allu conte Enricu IV (diventato mperaturi cume Enricu VII) allu figliu Giuvannu de Boemia, diventò sempre ciù grandi, pua quando Carlu IV mperaturi u passò allu fratu Venceslau diventò ducatu. Nto XV seculu passo alli duchi di Borgogna, nto 1555 passò a Filippu II de Spagna (discendenti di duchi). Tra u '600 e u '700 cuntinuave a essere contesu tra Francia, Spagna e Imperu. Allu Congressu di Vienna (1815) diventò granducatu autonomo sutta Re Guglielmu I di Paisi Vasci, pua passò a Guglielmo II e a Guglielmu III. nto 1890 muartu Guglielmu III, pe la legge salica u Granducatu passò a Adolfu I di Nassau, pua allu figliu Guglielmu IV. Invasu nta tutte e dua guerre, ntò 1948 rinunciò alla neutralità e divenne membru da NATO (1949), CECA (1951). Ntò 1964 Carlotta abdiche pe lu figliu Giuvannu di Borbone-Parma, nta l'anni successivi u paise crebbe in ecomomia e prestigiu, puru pe quantu riguarde l'Unioni Europea, ca difatti ospite alcune sedi importanti. Ntò 2000 Giuvannu abdiche in favori du figlu Enricu, nti primi anni do XXI seculu u Lussemburgu ha continuatu a rivestire nu ruolu importanti sia a livello politico ca fiscali.