Bruzi

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search
abbiccidariu St'artìculu è scrittu 'n calabrisi di Polistina (RC), vidi '.



L'Italia tro 280 a.C circa

Tro corsu di l'età du Ferru, gruppi di genti di stirpi indoeuropea penetraru in diversi ondati in Italia, distribuendusi lungu l'arcu di dorsali appenninichi centru-meridionali. Tali populi, collettivamenti, sugnu conosciuti cu u nomi di Italici. Tra idi si distingui a popolazioni di Sanniti, di l'Oschi, di Lucani, tutti caratterizzati da a lingua comuni, l'Oscu, e di l'Apuli.

I tradizionI letterari concordanu nell'identificari i Bruzi inizialmenti comu pastori e servi di Lucani, molti di quali a caratteri nomadi, cu atri concentrazioni prevalentementi tra parti settentrionali di chida chi sarà la Regio III augustea. Infatti tali li definisci Strabone[1], e altrettantu Diodoro Siculo e Pompeo Trogo: quest'ultimo autori, inoltri, confermau a loru discendenza da i Lucani e a vittoriosa rivolta contru quest'ultimi intornu a 356 a.C., tra l'anni da lotta chi vidinu Dione di Siracusa contru Dionisio II.[2] Sugnu propriu i Lucani dunqui a dari u nomi a chisti populi, infatti i Lucani chiamavanu "Bretti" i ribelli.[1] Tro frattempu, da populi ormai liberi, i tribù di Bruzi si coalizzarinu in na lega, ed eresseru a loro capitali na città, non è datu sapiri se fundata ex novu o preesistenti, e chi chiamaru Consentia, nomi che suggellau propriu u "consensu" di varii tribù. Consentia ancora oi è conosciuta cu nomi di Cosenza.

Propriu pe chisti origini, u populu bruzio vene descrittu comu nu populu di guerrieri, rudi e bellicosu. A storia ci tramanda comu nu populu chi ficci a sua potenza bellica e da voglia di indipendenza e libertà a grandezza sua, ma anche a rovina sua.

I Noti[cancia | cancia la surgenti]

  1. 1,0 1,1 Geografia (Strabone), VI 1, 4.
  2. Strabone i definisci già liberi prima da rivolta, per indulgenza di loru patruni. Si vidi u citatu passu VI 1, 4.


Calabria.jpg Purtali di la Calabbria – Jiti a l'artìculi di Wikipedia supra la Calabbria.