Santa Rita di Cascia

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search
Cummogghiu dâ Cascia di lignu di Santa Rita di Cascia, opra di Antoniu di Nurcia, 1457

Rita (Roccapurena, PG 1381Cascia (PG) 22 di maiu 1457) è na Santa vinirata da Cresia Cattolica.

Aggiografìa[cancia | cancia la surgenti]

Era figha unica di Antoniu Lotti e Amata Ferri. O Fonti Battisimali ci misiru nomi Margarita. A sidici anni si maritò cu Paulu Mancini e ebbi du fighi. Lu maritu fu ammazzatu e i fighi si vulianu vinnicari. Ma idda priò ca murissiru abbasta ca nun si macchiassiru di sangu. E accussì fu. Doppu tanti provi trasìu nò Munasteriu Agustinianu di Santa Maria Maddalena a Cascia unni stetti quarant’anni. Ca forza da prijera e d’amuri sirvìu Diu, appacificò li citatini e ricunciliò li famigghi. Quinnici anni prima da morti na spina s'azziccò na sò frunti, ma scumparìu quannu muriu. E’ ditta la Santa di cosi ‘mpussibili, pi quali nun c’è chiù spiranza. Fu subitu vinirata comu Santa, ma lu giudizziu da Cresia fu lentu. Fu biatificata dû Papa Urbanu VIII lu 16 di giugnu 1628 e lu Papa Liuni XIII la dichiarò Santa lu 24 di maiu 1900. A festa è lu 22 di maiu.

Riliquii[cancia | cancia la surgenti]

Lu Corpu, vistutu di monaca agostiniana, è ancora friscu, comu fussi morta di picca tempu. Fu misu dintra na cascia di cipressu e poi dintra un sarcofagu pittatu ca fiùra da Santa supra na tila chi stiddi. Di latu o cuscinu c’è na scrizioni metrica da Vita da Gemma di l’Umbria, lu sò amuri pâ Cruci e autri episodi dâ so vita. Dû 1930 fu misa dintra na urna d’argentu chi cristalli. A faccia, i manu e i pedi sunnu mummificati.

Liami[cancia | cancia la surgenti]