San Nicculò Puliti

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search
Quatru di Fulippu Tancredi, 1710 na Matrici di Arcara Li Fusi (ME )

Nicculò Puliti (Adranu 1117 - Arcara li Fusi, 17 di austu 1167) è un Santu rimitu veneratu da Cresia Cattolica.

Aggiografìa[cancia | cancia la surgenti]

Nicculò nasciu nò 1117 a Adranu (CT) da Famigha Puliti. Quannu ebbi 17 anni sò patri e sò matri vulevanu ca si maritassi, ma iddu scappò da casa e si stabiliu nta na grutta. A famigha lu circò pi tri anni, e iddu, pi nun farisi truvari, si nni ju versu lu Munti Calanna, na zona di Arcara Li Fusi. Passò da Batia di Maniaci e ‘ncuntrò un monacu, Larenzu di Frazzanò, ca u’ndirizzò versu lu Monasteriu di Santa Maria dû Rugatu, pi aviri la guida spirituali di patri Cusmanu, ca era teolugu. Fu rivistutu dû picculu abitu di monaci di San Basiliu e cuminciò a stari comu rimitu dintra na grutta e pedi d’una roccia. Ogni simana java o Munasteriu pi cunfissarisi e riciviri la Comunioni. Miditava sempri supra la Passioni dû Signuri. Pi cinquant’anni vissi na vita di prijera, pinitenza, sulitudini, tintazioni, ca sula prisenza di un’aquila ca ci purtava lu pani. Comu novu Mosè, detti un corpu di vastuni na roccia e chista fici nesciri l’acqua frisca. No 1162 si ‘ncuntrau arreri cu monacu Larenzu. Muriu lu 17 d’Austu du 1167. Fu truvatu d’un pasturi, un certu Liuni Rancuglia, ca java circannu un voi ca era spirdutu. Era ancora addinucchiatu, cu libru di razioni apertu e a cruci ‘nte razza. Na du momentu sunaru a festa li campani di Arcara. Lu Papa Giuliu II lu dichiarò Santu lu 7 di giugnu 1507.

Riliqui[cancia | cancia la surgenti]

Lu corpu, ‘nsemmula a deci pirgameni, è custuditu dintra un’urna di cipressu rivistita d’argentu, opira di Paulu Guarna. Nò 1926 la Reliquia dâ Testa fu dunata a Citati di Adranu. Liami:http://portalesnp.interfree.it/home.html