San Cononi

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
San Conu abati Patronu di San Conu ( CT )

Conu o Cononi (Nasu, pruvincia di Missina, 3 di giugnu 1139 - Nasu 28 di marzu 1236) è un Santu viniratu da Cresia Cattolica.

Aggiugrafìa[cancia | cancia la surgenti]

Conu nasciu dâ Famigha di Anselmu Navacita e Claudia Apollonia Santapau. Lu patri pinsava di fari du figghiu un cavaleri, ma iddu all’età di 15 anni rinunziò ê sò beni e trasìu nò Monasteriu di San Basiliu. Poi si nni ju o Munasteriu di San Fulippu di Fragalà unni truvò comu maistri San Larenzu di Frazzanò e San Silvestru di Truina. Fattu parrinu, turnò a Nasu e fu elettu Abati. Poi ci rinunziò e partìu pâ Terra Santa. Nò viaggiu di ritornu passau dâ Calabria e si firmò nò paìsi di Galatru pi vinirari li Riliquii di S. Elia di Enna.
 morti dû patri detti ê puvuredda tutta l’eredità e si ritirò comu rimitu na grutta di San Micheli, ditta di Rocca d’Armu, vali a diri da privazioni. Cca fici na vita di prijera e pinitenza. Cullucò na statuetta da Madonna nà Turri di Capu d’Orlandu. Muriu lu 28 marzu 1236. I campàni du paisi sunaru a festa. Fu truvatu dintra â grutta, cu corpu sullivatu di ‘nterra e cu na scritta nè manu: “Libera li tò divoti e la tò patria dâ pesti, dâ fami, dâ guerra e di l’upprissioni di tiranni“. Fu sippillutu ntâ stissa grutta e poi purtatu na Cripta da Cresia ‘ntitulata a iddu. Lu Papa Urbanu VIII stabiliu a festa lu 3 di giugnu lu 16 di frivaru 1630 e la festa da traslazioni di Riliquii lu 1 Settemmiri. Lu papa Piu VI1786 e 1790 cuncidiu ô Cumuni di Nasu a Missa e l’Ufficiu propriu. È Patronu di Nasu e di San Conu (CT), unni si fa la festa la secunna Duminica di Maju.

Riliquii[cancia | cancia la surgenti]

Lu Corpu è na cripta da Cresia dû Santu a Nasu; autri Riliqui sunnu ô Paìsi di San Conu.

Liami[cancia | cancia la surgenti]