Màuru Geraci

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search
« La Sicilia per noi cantastorie non è l'Isola. E' la Piazza del mondo. »
(Màuru Geraci)


Màuru Geraci (o Mauro Geraci n talianu) è nu cantastori e prufissuri sicilianu di Palermu.

Biografìa[cancia | cancia la surgenti]

E' n'antropòlugu culturali ca a forza di studiari a li cantastori siciliani havi addivintatu cantastori iddu stissu arriprisintannu ô pùbbricu ballati antichi e novi. Supra chissi s'havi appuntatu la vucazzioni nfurmativa, pruvucatoria, dialèttica, satìrica ca fu di pueti-cantastori comu a Ignazio Buttitta, Orazio Strano, Ciccio Busacca, Ciccio Paparo (Rinzinu), Paolo Garofalo e, oggi, di Franco Trincale, Vito Santangelo, Leonardo Strano, Matteo Musumeci, e Fortunato Sindoni.

Di cchiù di vent'anni, lu palirmitanu Màuru Geraci sequi cu granni passioni (e ntiressu scintìficu) li spittàculi dî cantastori siciliani (ca sunnu puru di li pueti).

Màuru Geraci è un prufissuri assuciatu d'Etnoluggìa pressu l'Univirsità di Missina.

E' arricanusciutu lu ntèrpriti e cuntinuaturi dî cantastori siciliani e, comu tali, è lu protagunista di n'attivitati puètica e spittaculari criscenti. Màuru Geraci travagghiau cu li cantastori cchiù famusi.

E' lu sociu funnaturi e sicritariu di l'assuciazzioni Il Mondo dei Cantastorie.

Màuru Geraci penza ca oi lu pùbbricu dî cantastori siciliani è Internet.

Premi[cancia | cancia la surgenti]

Ntô 2000, arricivìu a Motteggiana (Mantova) lu I Premio Giovanna Daffini, cu la sò òpira Sangu e Sapienza (na ballata supra lu casu Marta Russo). Ntô 2003 uttinìu a Sarausa lu II Trofeo Turiddu Bella, cu la sò òpira Desireé.

Li sò pubbricazzioni[cancia | cancia la surgenti]

  • Africa-Eurasia. L'antropologia comparativa di un africanista-europeista: Jack R. Goody
  • Sentimento e causalità nella Rivoluzione francese. Una prospettiva storico-antropologica
  • Una "doppia morale": i nuovi cantastorie di Sicilia
  • Dall'elogio del silenzio al pentimento. Mafia e banditismo nella letteratura dei cantastorie siciliani
  • Le ragioni dei cantastorie. Poesia e realtà nella cultura popolare del Sud
  • La rappresentazione come forma mentis: la tradizione dei cantastorie in Sicilia e in Calabria
  • Il "nobile bandito" e l'orribile realtà
  • I silenzi della storia
  • Cantastorie, ma non "ultimi"
  • Nel 2000 balleremo la tarantella
  • Contro l'ingiustizia a colpi di canzone
  • Le cronache dei cantastorie
  • Quando con i briganti il tempo è galantuomo
  • Non solo madri, mogli e amanti. Così le donne prendevano il fucile
  • Spettacoli di piazza: dai cantastorie ai buskers
  • Cantastorie su Internet
  • Quando la lotta divampa a ritmo di rock
  • Cantore della cronaca
  • Il cantastorie non tramonta
  • Il Sud del 2000: i nuovi poeti-cantastorie
  • Una ballata per Lady D
  • L’acqua racconta la storia di Roma
  • Con un appuntamento su Internet nel 2000 ci si fa togliere il malocchio
  • Le fontane del tempo
  • Ignazio Buttitta: il poeta dei cantastorie siciliani
  • I cantastorie siciliani e la realtà che diventa fiaba
  • Il silenzio svelato

Discugrafìa[cancia | cancia la surgenti]

  • A chiazza fa scola (2000). Li canzuni 'n sicilianu: Sangu e Sapienza, Li sgarbi di Sgarbi, La Barunissa di Carini, Notti ad Halifax, Lu tappu rapinaturi, e 'Gnaziu.
  • Io, cantastorie (2000). Li canzuni 'n sicilianu: Lu tappu rapinaturi, 'U puzzu da morti, La parata du Vinnirì Santu, Sangu e Sapienza, e Lu tempu è giocu.
  • Musica & Parole (2000). Li canzuni 'n sicilianu: 'N Sicilia si campa cchiù assai, Giuiusa... Chihuahua, e Jocu di focu a Bagdad.

Liami nterni[cancia | cancia la surgenti]

Liami sterni[cancia | cancia la surgenti]