Discussioni:Usu dâ «Ç» pû sonu sicilianu ca veni dû sonu latinu «FL»

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search

.

Macari ntâ Calabbria: hi, hj, hij, hhji, hji, hhi[cancia la surgenti]

Ciau a tutti, lu sonu tìpicu sicilianu (ca si poti scrìviri "hj"/"ci"/"sci"/"hj"/"hi"/"çi"/"sçi"/"xhi"/"xhj") nun è sulu sicilianu ma asisti macari nta la Calabbria centru-miridiunali (zoè li pruvinci calabbrisi di RC, CZ, VV, sarvu chidda di KR ca usa la "fi" pi la "fl" latina). Stu sonu sicilianu "xh" s'attrova puru nta la Calabbria sittintriunali (zoè la pruvincia calabbrisa di CS). Pi livari li dubbi mei (e forsi chiddi di l'àutri), dicidìi di scrìviri arcuni fonti calabbrisi ccà sutta:


Pruvincia di Riggiu Calabbria (RC)[cancia la surgenti]

"Calabrisella mia, hjuri d'amuri" - "nta lu cori 'u mègghiu hjuri"

Fonti: http://it.wikipedia.org/wiki/Calabrisella


  • Ntâ parrata calabbrisa di Ruccella (RC):

"Nu hijuri spampinatu" - "Un fiore sbocciato". Provenienza : Roccella Jonica

Fonti: http://www.recil.net/servizi/dizionario/cerca_ita.php?lett=S


"Com'iddu preja na 'rasta di hhiuri, e l'accedduzzi allegri fa cantari"

Fonti: http://italia-mia.narod.ru/pugliapoesia.html


  • Ntâ parrata calabbrisa di Caulonia (RC):

"pe simbulu nu hiuri 'nta lu centru 'nci chiantaru (per simbolo un fiore nel centro gli hanno piantato)"

Fonti: http://www.caulomnia.it/udeprofundis.html


  • Ntâ parrata calabbrisa di Bivungi (RC):

"na tuvajjia russa cu i hiuri"

Fonti: http://www.bivongi.eu/2006/tabid/112/Default.aspx?PageContentMode=1


  • Ntâ parrata calabbrisa di Rusarnu (RC):

"Jeu vi dugnu chistu hiuri/ c'û dolcezza e con amuri/ e sse vvui mi l'accettati/ chi risposta mi donati? Risposta: Lu hiuri è bellu,/ l'amanti è gradita,/ mi pìgghiu lu hiuri/ cu' tutta la zzita! ("Vi porgo questo fiore con tenerezza e amore: se voi me l'accettate, quale risposta mi date?". "Il fiore è bello, l'amante è gradita: prendo sia il fiore che la "zita", ossia la fidanzata!"). (Rosarno)"

Fonti: http://www.brutium.info/piana/piana13.htm


  • Ntâ parrata calabbrisa di Citanova (RC):

"Quandu hiuri la bruvera, è venuta la primavera. (Quando fiorisce l'erica è primavera). (Cittanova)"

Fonti: http://www.brutium.info/piana/piana13.htm


  • Ntâ parrata calabbrisa di Martuni (RC):

"pitteji i hjuri (frittelle con fiori di zucca)"

Fonti: http://www.prolocomartone.it/manifestazioni.html


  • Ntâ parrata calabbrisa di "Fussatu" (zoè Fossato Ionico, frazzioni di Muntubeddu) (RC):

- Hjiaccari: (anche sciaccari) [dall'arabo schikk, fessura] colpire, spaccare, rompere, tagliare a lamelle.

- Hjiaccatura: spacca, sezione, taglio.

- Hjancata: lato; parte laterale; fiancata.

- Hjancu: fianco, lato. I hjancu: accanto, d'accanto, di fianco; a lato.

- Hjaschettu: fiaschetta di terracotta per il trasporto del vino

- Hjascu: fiasco, fiaschetta.

- Hjatari: alitare,

- Alito si dice hjatu

- Hjavuriari: odorare sentire gli odori; odorare, emanare odori

- Hjavuru: odore (buono), profumo; sentito dire....appena , alito, fiato. Potrebbe derivar dal latino flagrare, mandare odore.

- Hjocca: chioccia. (Gallina)

- Hjuhhjiari: soffiare, alitare.

- Hjumara: fiumara, torrentello

- Jiri a hiumara: andar di corpo

- Hjuri: fiore, di qualsiasi pianta o albero.

- Hjurilli: fiori di zucca.

- Hjuriri: fiorire, sbocciare,

Fonti: http://www.fossatoionico.it/dizionario/h.php

Pruvincia di Catanzaru (CZ)[cancia la surgenti]

"nu cinacu è uno ca quandu senta u hiaguru dei hiuri, si gira ma vida duv'esta u tavutu"

Fonti: http://www.logosdictionary.org/pls/dictionary/new_dictionary.gdic.st?phrase_code=6320047


  • Ntâ parrata calabbrisa di Suveratu (CZ):

"i fiori - i hjuri"

Fonti: http://digilander.libero.it/roccojenco1999/smor.htm


  • Ntâ parrata calabbrisa di Badulatu (CZ):

"Si nnasciu n’attra vota Signuri fammi àrbaru o puramenta hiuri."

Fonti: http://209.85.135.104/search?q=cache:HBlVKegxORsJ:blog.gilbotulino.it/%3Fcat%3D41+hiuri+fiore&hl=fr&ct=clnk&cd=8&gl=fr


  • Ancora ntâ parrata calabbrisa di Badulatu (CZ):

"jordinu d’àrbari e hhiuri senz’ardichi"

Fonti: http://blog.gilbotulino.it/?cat=41


"Nta li piccoli vasi ‘nci su li megghju hiuri. Nei piccoli vasi ci sono i fiori più belli."

Fonti: http://www.prolocosanpietro.it/prov_nop.htm


"All’arva supra i hjuri. poi trova l’acquazzina"

Fonti: http://ddd.uab.cat/pub/qdi/11359730n12p147.pdf


  • Ntâ parrata calabbrisa di Borgia (CZ):

"pinni, hjuri, nastri, oceddhi e a li vrazza" - "moda e hjuri" - "hjacca"

Fonti: http://www.borgiaweb.it/max/index.php?module=subjects&func=viewpage&pageid=21



Pruvincia di Vibbu Valenzia (VV)[cancia la surgenti]

"ch'è lu hjuri di l'amici"

Fonti: http://www.calabriaonline.net/col/arte_cultura/poesie_calabresi/ammira_ceceide4.php


  • Ntâ parrata calabbrisa di Dinami (VV):

Francesco Russo nacque a Dinami il 12 dicembre 1911 e morto a Trento il 13 ottobre 1988. Non è un poeta, nè un uomo colto, bensì un semplice contadinello, nato da genitori poveri. Ha frequentato la scuola sino alla terza classe elementare ed a 11 anni ha dovuto incominciare a lavorare con il padre nelle campagne. Essendo un soggetto molto debole, dopo alcuni anni si ammalò, passando così la sua vita piena di stenti e sacrifici, per i quali s'è dato a scarabocchiare i versi che vi proporremo. Questi versi, oltre al piacevole contenuto dovrebbero essere considerati ed apprezzati per la sua mancanza di cultura. Tre sono le raccolte di poesie scritte dal poeta: "Rose da incolto giardino","Hjuri calabrisi", "Il vero amore".

Fonti: http://www.dinami.info/Russo.htm



Pruvincia di Cusenza (CS)[cancia la surgenti]

"Frittatelli i hiuri i cocuzza - Frittelle di fiori di zucca"

Fonti: http://www.santagatadiesaro.info/gastronomia.html


  • Ntâ parrata calabbrisa di Cusenza (CS):

"pensandu a li hiuri di na primavera duci ancora luntana ch’è pe ttìa (pensando ai fiori di una dolce primavera ancora lontana che è per te)"

Fonti: http://www.poseidoniapaestum.com/articles.asp?id=4&page=18


"ca sugnu lu hjuri di tutti li misi: fazzu l'erba crìsciari, li donni abbellìsciari" - "Marzu faci 'u hjuri e aprili 'ndavi l' onuri"

Fonti: http://www.brutium.info/folklore/folklore03.htm


nta sta campagna d’arburi e di hiuri, cantanu l’arcegli e li cicali,

(in questa campagna d'alberi e di fiori, cantano gli uccelli e le cicale)

Fonti: http://www.bibliotelematica.org/Leone%20-RitoTradizioneMemoria.pdf



Sonu assenti ntâ parrata calabbrisa di Crutoni (KR)[cancia la surgenti]

Pari ca stu sonu particulari nun asisti ntâ parrata crutunisa, ntâ quali la "fl" latina addivintau na "fi" comu ntô tuscanu:

  • Ntâ parrata calabbrisa di Crutoni (KR):

"e duna a vita suia senza fiatari"

Fonti: http://digilander.libero.it/pietates/poesiecrotonesi.htm



Liami nterni[cancia la surgenti]