Discussioni:Limòsina

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search

Ciau a tutti. Scrivu "limòsina" pirchì è lu tèrmini ca pòrtanu tutti li mè dizziunarî. Pi favuri, putiti cuntrullari vuàutri nta li vostri. Grazzî. Vi diciu chistu pirchì ncuntrai cchiù voti la forma "alimòsina" nta canzuni o puisìi siciliani.

P'asempiu l'acciai ntâ canzuna ccassutta:

Grana Tinturia lyrics Artist: Tinturia Album: Nati Stanchi Year: 2002 Title: Grana Print Correct

Visto che c'è bella giornata e non c'è che fare, mi metto sulla macchina io me ne vado a mare, mi fermo con il verde e con il rosso passo, mi fermo e vedo le cose che succedono in questo posto. Mi chiamo Lello, ho vent'anni e faccio il carrozziere, aspetto a cartolina e il principale a 'niuru (nero) mi teni, lo stato non fa niente e puru sinni futti (se ne frega) mi dici solo prega DDIO che poi perdona a tutti!

grana - c'è bisognu di grana - picchì se no la giostra nun funziona grana - lu tabbaccaru sigaretti nun ni duna grana - c'a senza d'iddi a machina un camina grana - e lu furnaru pani nun ni sfurna grana - e lu parrinu missa nun ni canta grana - e lu parrinu missa nun ni sona

Per ciò vi lascio immaginare che cosa vuol dire per un ragazzo come noi tirare a campare, uscire solo il sabato diventa un'eccezione entrare dentro un pub soltanto un'occasione, Di passiari e spassiari tuttu jornu mi stuffavu e di 'mmidiari (invidiare) a machina nova di chiddu m'abbuttavu (mi sono scocciato), ora chi vogliu quacchi (qualche ) cosa mia mi l'accattari (comprare), nun vogliu l'alimosina e puru 'cci le 'ffari (ce la devo fare)

Ritornello

Si fussi u figliu 'i Berlusconi, di Gianni Agnelli, Paperon de Paperoni, pensate avessi sti problemi, pinsari a dopu o chiddu c'aja fari... Senza grana un si risolvi propiu nenti picchi fannu lu cristianu 'ncapu (sopra ) l'occhi di la ggenti ca ti dici cusi sulu do modo comu vesti, ca ti dici ti 'nna gghiri (te ne devi andare) si ha li sordi pero resti, pi taliari e pi capiri dunni ama iri a 'rrivari (dove dobbiamo andare a finire) si tu ha lu portafogli chinu 'i pozzu mpazziri dimmi quanti appartamenti ha, to patri chi misteri fa, si sulu o puru ha frati e si sunnu maritati, chi machina ha d'estati, chi cazzu m'interessa, ma chistu e di routen pi cu sta mezzu a massa, pi cu nun avi un sordu e i problemi sunnu seri, si fannu stari mali, mi mettinu 'mpinseri comu risolviri 'sta situazioni mala, comu spararisi senza pistola...

Fonti dâ canzuna


Eppuru haiu asciatu la palora "alimòsina" ccà:

Vegnu cca da tri anni – dice Gianni – ppi pigghiari quannu centu, quannu triccentu ieuru. Mi fannu alimosina va! Ccu l’assessuri sugnu cchiu furtunatu ‘i lautri. ‘U visti tri voti e mi rici sempri ‘i stissi cosi. Veni dumani je parra ccu chiddu. Ci rici cca ti mannu ju!...”.

Fonti dû testu

Salutamu! Sarvaturi.

Ciau Turiddu, Piccittu e Camilleri pòrtanu sulu «limòsina». ρ¡ρρµ δ→θ∑ - (waarom? jus'b'coz!) 13:05, 31 Giugnettu 2006 (UTC)


Ciau Pippu, grazzî pâ tò risposta. Ju macari haiu vistu ca li mè dizziunarî sulu pòrtanu "limòsina" mentri ca ju canusciu tutt'i dui palori. Pirchissu mi vinni lu dubbiu, e haiu prifirutu pòniri comu artìculu principali "Limòsina" (mmeci di "Alimòsina") addumànnuvi lu cunzenzu. La pèrdita dâ "e" è forsi na nfruenza di l'aquivalenti spagnolu "limosna", e la palora putissi vèniri di l'èbbica spagnola dä Sicilia, quinni è quarchiccosa ca s'havi a "sarvari" ntrâ Wikipedia siciliana, pirchì semu pòpulu câ sò propia lingua e câ sò propia storia. Salutamu! Turiddu