Beppi Alfano

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search

Beppi Alfano fu nu giornalista e puliticanti sicilianu.

Giornalista e pulìticu[cancia | cancia la surgenti]

Friquntau a facultà di Econumìa e Cummerciu a l'Univirsità di Missina unni canusciu a Mimma Barbarò, chidda c'avìa a divintari a so mugghieri. Doppu a morti di lu patri lassa li studi e si trasfirisci a Cavedine, vicinu a Trentu, unni trova travagghiu comu nzignanti di scola media: arriturnannu n Sicilia nta lu 1976.
Appassiunatu di giornalismu e militanti di destra (nta la giuvintù fu militanti di Òrdini Novu e poi di lu MSI-DN [1]), Alfanu accumenza a cullaburari cu alcuni radiu pruvinciali, cu l'emittenti lucali Radio Tele Mediterranea ed eni currispunnenti di La Sicilia di Catania.

L'inchiesti supra la mafia e lu malaffari n Sicilia[cancia | cancia la surgenti]

La so attività giornalìstica eni rivolta suprattuttu versu òmini d'affari, mafiusi latitanti, pulìtici e amministratura lucali e massoneria.
La so operosità e lu so travagghiu dèesiru fastidiu a chiu ssai di nu cristianu. A notti di lu 8 di jinnaru 1993 fu culpitu di tri proiettili mentri era a guida di la so autu ntâ chiazza Marconi a Barcillona.
Doppu la sa morti ci fu nu longu prucessu, tuttora nun cunclusu, ca cunnannau nu boss lucali a l'irgastulu pi aviri organizzatu l'omicidiu, lassannu ancora ignota li viri mannanti.
A lu mumentu la figghia Sonia Alfano è mpignata assai nta lu prisirvari a mimoria di lu patri e li diritti di li vìttimi di la mafia, ottri ca nta cunnùciri na ntensa attività nfurmativa rilativamenti a criminalità organizzata.

Note[cancia | cancia la surgenti]