"Sicilia (èbbica spagnola)" : Diffirenzi ntrê virsioni

Jump to navigation Jump to search
3 825 byte agghiunciuti ,  14 anni fa
nuddu riassuntu dû canciamentu
Nuddu riassuntu dû canciamentu
Nuddu riassuntu dû canciamentu
{{stub}} [[Image:Historical-map-of-Sicily-bjs-1.jpg|thumb|400px|Na carta dâ Sicilia dû 1600 circa.]]
 
La Sicilia fuvinni cunquistatasutta la duminazzioni dû re di Spagna ntô [[1479]]., L'abbreiquannu forulu cacciatiregnu ntôdi [[1492Castigghia]] (comusi succidìujuncìu pi tutti[[regnu liaragunisi]]. tirritorîLa suttaduminazzioni laspagnola curunasi spagnola).cunchiudìu Elu ntô[[10 di giugnu]] [[16931713]], nu tirrimotufirmata curpìu tutta[[paci ladi partiUtrecht]], uccidintalichi cunfirmau lu passaggiu di l'ìsula. La ricustruzzioni ntô stilidi [[baroccuFilippu sicilianuV di Spagna]] fua parò[[Vittoriu mprissiunantiAmedeu piII maistranzidi e architetti mpignati ntê citati novi chi rinasceruSavoia]].
 
L'abbrei foru cacciati ntô [[1492]] (comu succidìu pi tutti li tirritorî sutta la curuna spagnola).
 
E ntô [[1693]] nu tirrimotu curpìu tutta la parti uccidintali di l'ìsula. La ricustruzzioni ntô stili [[baroccu sicilianu]] fu parò mprissiunanti pi maistranzi e architetti mpignati ntê citati novi chi rinasceru.
 
== L'[[Asburgu]] ==
[[Image:PhilipII.jpg|thumb|200px|[[Sofonisba Anguissola]], ''Filippu II''.]]
A la morti di [[Firdinannu II di Araguna]] e di [[Isabella di Castigghia]], la Sicilia e lu regnu di [[Nàpuli]] foru ncurpurati ntra la nova curuna di Spagna, chi vinni ariditata dû giuvani Carlu V. Dû [[1516]] 'n poi, li dui regni vennu tinuti di rè forasteri addimentri sunnu amministrati di distinti [[viciré]].
 
Dû 1516 ô [[1700]] la Sicilia fu retta dâ dinastìa di l'Asburguo. Dû mpiraturi Carlu, li regni di l'[[Italia miridiunali]] foru ciduti ô figghiu [[Filippuo II di Spagna|Filippu]] ntô [[1556]], duie anni prima dâ propia morti. Succissivamenti, la Sicilia vinni cuvirnata di [[Filippu III di Spagna|Filippuo III]] ([[1598]]-[[1621]]), [[Filippuo IV di Spagna|Filippuo IV]] ([[1621]]-[[1665]]) e [[Carlu II di Spagna|Carlo II]] ([[1665]]-[[1700]]).
[[Image:Carlo_V_d.jpg|thumb|200px|[[Rubens]], ''Ritrattu di Carlu V''.]]
=== Carlu V ===
Ntô [[1548]], [[Santu Gnazziu di Loyola|de Loyola]] fondò a Messina il primo [[Collegio]] dei [[Gesuiti]] al [[mondo]], il famoso ''Primum ac Prototypum Collegium'' ovvero ''Messanense Collegium Prototypum Societatis Iesu'', primo e quindi prototipo di tutti gli altri collegi di insegnamento che i [[Gesuiti]] fonderanno con successo nel mondo facendo dell'[[insegnamento]] la marca distintiva dell'[[Ordine religioso|Ordine]]. Il ''Collegium'' in seguito si trasformerà nel ''Messanense Studium Generale'' ossia l'[[Università di Messina]].
 
=== Filippo II ===
Nel [[1571]], dal porto di Messina partì la flotta cristiana, al comando di [[Don Giovanni D'Austria]], che sconfisse i Turchi nella [[Battaglia di Lepanto (1571)|Battaglia di Lepanto]], e sempre il suo porto accolse la flotta al rientro dalla vittoriosa spedizione. Tra le persone ferite sbarcate dalla flotta c'era [[Miguel de Cervantes]], che rimase ricoverato nel Grande Ospedale della città per diversi mesi a causa della ferita riportata, alla mano sinistra, in battaglia.
 
=== Filippo III ===
{{S sezione}}
=== Filippo IV ===
[[Immagine:Philip IV of Spain.jpg|thumb|200px|Filippo IV.]]
Nel [[1638]], l'Università di Messina fondò l'''[[Orto botanico di Messina|ortus Messanensis]]'', il più antico della [[Sicilia]] e chiamò [[Pietro Castelli]], da [[Roma]], per realizzarlo, con cui collaborò [[Marcello Malpighi]].
 
Nel [[1647]], la Sicilia fu protagonista di una [[rivolta]] contro il [[fiscalismo]] troppo pressante del governo spagnolo. [[Catania]] e [[Messina]] furono i centri più attivi, ma solo l'ultima ottenne dei risultati: chiese la protezione del re francese [[Luigi XIV di Francia|Luigi XIV]], riuscendo così a mantenersi indipendente dall'impero spagnolo anche se con gravissime difficoltà. Nel [[1678]], però, con la firma della pace di [[Nimega]] tra [[Francia]] e Spagna, la città venne abbandonata a sé stessa dai francesi e subì una crudele riconquista da parte della Spagna. Rioccupata, Messina fu dichiara ''morta civilmente'' e privata di tutti i privilegi storici goduti sin dai tempi di [[Roma]].
 
=== Carlo II ===
Sotto il regno di Carlo II, la Sicilia fu sconvolta dal [[terremoto del Val di Noto]] del [[1693]], che rase al suolo decine di città, tra cui [[Catania]], [[Siracusa]] e [[Noto]], e d'altro canto, contribuì alla nascita del [[barocco siciliano]].
 
 
== Vuci currelatie ==
* [[Sicilia (èbbica aragunisa)]]
* [[Sicilia (èbbica piemuntisa)]]
* [[Lista dî munarchi siciliani]]
* [[Regnu di Sicilia]]
* [[Storia di Catania]]
* [[Storia di Messina]]
 
 

Menù di navigazzioni