San Giuseppi Muscati

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search
San Giuseppi Muscati no quatru du Vaticanu, 1987

Giuseppi Muscati (Beneventu, 25 di giugnettu 1880 - Napuli, 12 di aprili 1927) è un Santu viniratu da Cresia Cattolica.

Biografìa[cancia | cancia la surgenti]

Fu lu settimu di novi figghi di Francescu Muscati e Rosa De Luca. Nò 1897, a dicissett’anni pigghiò la Licenza Liceali a Napuli e si iscrissi â facultà di Midicina. Di quannu era picciottu dimustrò na granni sensibilità pi suffirenzi e li duluri dû prossimu, voli guariri li malanni du corpu, ma sapi ca prima dû medicu omu c’è u Medicu divinu: Gesù Cristu. Si làuria cu massimu di voti e fa dui Cuncursi pi Assistenti di Spitali Riuniti di Napuli e Coadiuturi ne stissi Spitali. A cuminciari du 1904 fa u Coadiuturi nò Spitali di ‘Ncurabili e salva i malati di Turri du Grecu duranti un’eruzioni du Visuviu nò 1906. Travagghia nò Laboraturiu du Spitali di Malattii ‘nfettivi ed è u primu nò Cuncursu di Spitali Riuniti. Addiventa Primariu. E’ Assistenti vuluntariu di Fisiulugia; di Chimica Fisiulogica e Prufessuri Urdinariu di Chimica Biulogica, di Clinica Medica e Ricercaturi. Avia na fama di purtata ‘nternaziunali e un corpu d’occhiu diagnosticu. Pur essennu scienziatu di prim’ordini a sò vita era tutta china di Diu. Avìa Fidi e Carità; vidia né malati u Cristu piatusu e suffirenti. Nun aspetta i malati: i va cerca nè Quarteri chiù poviri e abbannunati di Napuli. I cura, l’assisti, nun voli dinari, rijali, accamazioni, ma lassa i sò guadagni e puvuredda, cunvintu ca du Cristu ca va trova nò Sacramentu è prisenti na so Prufissioni di medicu. E’ l’Apostulu di Gesù: senza mai pridicari è tistimoniu di virità e di buntà. Muriu a 46 anni e a so morti è prupagata comu chidda di un Santu. Fu biatificatu du Papa Paulu VI u 16 Novemmiri du 1975 e fattu Santu du Papa Giuvanni Paulu II lu 25 Uttuviri 1987. La Festa è lu 16 Novemmiri.

Riliquii[cancia | cancia la surgenti]

Lu corpu sanu sanu è na Cresia du Gesù Novu a Napuli


Liami[cancia | cancia la surgenti]