Littra dî baruna siciliani ô Re Petru III d'Araguna

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search
75px-Tryske1.jpg St'artìculu è scrivutu 'n sicilianu anticu.

Stu ducumentu è na rapprisintazzioni di na littra scritta di baruna siciliani ô Re Petru III d'Aragona ô principiu dâ rivurtata dî Vespri siciliani. Li navi d'Aragona arrivaru doppu ca sta rivurtata accuminzau, ma li machinniamenti di ntrallazzu giràvanu già pi un'annu.

- N'anticu scrittu di lu 1282 -



Littra dî baruna siciliani ô Re Petru d'Aragona

(1282)

A lu magnificu, et egregiu, e potenti Signuri Re di Aragona e Conti Di Barcellona, con tuttu vostru putiri e signuria, di chi nui ni ricumandamu tutti a la gràtia vostra.

In primu lu Conti di Lentini, zò esti Misser Alajmo, e Misser Abbati, e Misser Gualtieri di Caltagiruni, e tutti li autri Baruni di l'Isula di Sicilia vi salutanu cu onni rivirenza, havendu sempri merci di li nostri pirsuni, siccomu homini vinduti e suggiugati comu besti; ricumandamuni a lo vostra Signoria, e a la signura vostra Mugleri, la quali è nostra donna, a cui divimu purtari lianza, mandamuvi prigandu, chi vui ni digiati libirari, e trairiri, e livari di li manu di li nostri e di li vostri nimici, siccomu libirau Moisè lu populu di li manu di Farauni, a tali chi nui puzzamu tiniri li vostri figlioli pri signuri, e quandu nun putissimu pri nostri littri scriviri, criditi a Misser Gionni, ch'esti nostru sigretu.

Siddu hai prubbremi a lèggiri nti sta furma, munci ccà:Testu no stilizzatu.

Lijami di fora[cancia | cancia la surgenti]

  • SicilyPage, fonti di stu ducumentu, taliatu lu 7 di giugnu, 2008