Giovanni Pascoli

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
(Rinnirizzata di Giuvanni Pascoli)
Giovanni Pascoli

Giovanni Pascoli (San Mauro di Romagna, Forlì, 31 di dicèmmiru 1855 - Bologna, 6 di aprili 1912) fu unu di li cchiù granni pueti taliani di fini ottucentu.

La puisìa di Pascoli havi na mètrica fatta di endecasìllabbi, sunetti e tirzini misi nzemmula cu granni simplicità. Puru si la forma è clàssica, Pascoli sappi rinnuvari la puisìa nna li sò cuntinuti, scrivennu di cosi trascurati di l'àutri granni pueti, fici capiri quant'è mpurtanti lu piaciri di li cosi sèmplici taliati cu l'occhi nnuncenti di un picciriddu chi ogni omu havi dintra.

Pascoli fu na pirsuna tristi, rassignata a li dulura di la vita e a li ngiustizzi di la sucità, pinzannu chi la sucità di lu sò tempu era troppu forti p'èssiri vinciuta. Si era puru cummintu accussì sappi èssiri omu di granni umanità e fratillanza. Avìa cridutu a lu Pusitivismu ma chistu avìa crullatu e lu pueta, davanti a lu duluri e a lu mali chi ci sù 'n capu la Terra, s'addunò ca lu duluri aiuta a divintari megghiu, è capaci di risullivari l'ùmili e lu nfilici, quannu chissi sù capaci di pirdunari li propri nimici.

Biografìa[cancia | cancia la surgenti]

Li vicenni cchiù mpurtanti di la sò giuvintù[cancia | cancia la surgenti]

Pi picca scritturi comu Pascoli li vicenni di la giuvintù foru accussì mpurtanti pi lu sviluppu criativu di la maturità. Pari cosa mpussìbbili capiri lu veru significatu di la maggiuri parti e, fra l'àutri cosi, la cchiù mpurtanti di la sò puisìa, si nun si cunzìdiranu li fatti tràggici di la sò vita ch'iddu stissu cuntinuò a ripistari pi tutta la sò vita n manera ossissiva, comu sistema di basi di lu munnu.

Li opiri[cancia | cancia la surgenti]

Commons
Lu Wikimedia Commons havi 'na catigurìa cca conteni media su Giovanni Pascoli
  • Myricae
  • Li canti di Castelvecchiu
  • Li puemetti