Discussioni:Galatina

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Jump to navigation Jump to search

.

Galatina[cancia la surgenti]

  • Allora, pe' lli paìsi salentini vu pozzu dare sulu la spirènzia, nuddhru riferimentu intra'lla rete. Ma la spirènzia mia ete chiuttostu sicura, vu potiti fidare. Galatina rimane cusìne (lu probblema ete quandu lu ticene, 'stu nome... ci ete salentinu pote capire!); Martano, a'n martanese, tiventa Martanu; Porto Cesareo... se nu sbaju, li liranèsi ticene Cisària; Seclì a'n sichijàtu tiventa Sichilì; Sogliano, a'n sujanese, ete Sujànu; Sternatia a'n starnaseu ete Starnatìa. Pe'll'addhri purtroppu nu ssu' ssicura. --SkizoFreeNik 21:19, 16 Dic 2007 (UTC)



IL TERRONE Topu tanti anni l’olificiu onu trasferitu, a lla strata ti galatina l’onu purtatu, ma pi llu ecchiu ciucheddhri a pinzatu, ca rria straccu cu lli ulie ca a ...

http://localo.splinder.com/archive/2006-02


Sannicandronline Forum :: Leggi argomento - Mio figlio è morto ...Autore, Messaggio. salentino77 Utente Attivo Utente Attivo Registrato: 26/04/07 22:55 Messaggi: 239 Residenza: Santu Paulu te Galatina ...

http://www.sannicandronline.it/modules/phpBB2/viewtopic.php?p=42939


E la Puglia? - Pagina 11 - Cookaforum SANTU PAULU MUEU TE GALATINA FANNE NA GRAZIA STA SIGNORINA...............ciao io vengo dal lu sule lu mare lu ientu................ma vivo a bari ...

http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=8966&page=11


"le musce reste quiddhi de Vanze a Galatina li ventri ianchi li suijanesi su' stringi fianchi."

http://www.salentu.com/grecia-salentina/gr_canti.asp?ID=5

A Serranu li groppa-de-mulu, Scutursati suntu a Bagnulu, A Sciuscianiedhu li ricchie-de-cane, Quidhi de Lecce su' sona-campane, A Sternatia li mangia-ciucci, A Giurdignanu li ccuegghi-mucci; A Galatina lu mueru buenu,

http://www.bpp.it/Apulia/html/archivio/1980/III/art/R80III023.html


Sulli galatinesi se tice ca suntu vavusi e carzi larghi [ca ete cchiu' o menu la stessa cosa].

San Pietro Galatino[cancia la surgenti]

Interessante notare, sempre all'interno, la presenza di acque stagnanti di cui si è pressoché perduta la memoria. Dalle aree a nord di San Pietro Galatino (Galatina), fino al territorio meridionale di Cellino San Marco, si allungavano gli specchi de "Le Palude", acque chiuse in depressioni, temute per le infezioni malariche. Altre paludi sono visibili in una zona al centro di un cerchio ideale, segnato dai paesi di Francauilla, Neuiano, Culpazzo, Sourrano, Sanaria, centri abitati facilmente traducibli nelle denominazioni attuali. Taviano aveva uno specchio isolato. Considerevoli invece gli acquitrini e le paludi sulla costa adriatica di fronte a Lecce: sette sotto le sabbie del litorale, uno interno (e di dimensioni notevoli), un altro più a nord, tra San Pietro Vernotico e Torre Rinalda. Gli altri erano nel territorio di Taranto e a sud delle colline di Ostuni. Cospicui i territori forestati: che anzi, proprio dalla presenza di fitti boschi prendevano il nome, com'è il caso de "La Macchia", sopra Craparica (attuale Caprarica), de "Il Bosco", tra Sandonaci, Guagnano e San Brancatio (San Pancrazio, Salentino dei nostri giorni). Boschi anche dietro lo zoccolo delle colline di Matino, fino al territorio di San Demetrio (un'ormai dispersa, piccola colonia albanese); e altri boschi oltre l'Arneo, fino a San Giuliano; nell'interna Torre Santa Susanna: grandi macchie verdi destinate a cadere per la caccia ai briganti, per le indiscriminate distruzioni che si ebbero quando si strappò anche un solo fazzoletto di terra per la poverissima agricoltura di Terra d'Otranto.

http://www.bpp.it/apulia/html/archivio/1976/II/art/R76II009.html

In salentinu[cancia la surgenti]

Cangiai la paggina te Galatina, cu'lle 'nformazioni te la uichipedia 'taliana, però scrissi l'articulu a'n sulitanu!!! Sacciu ca pe'lli galatinesi ete nu smaccu, perciò se quarchetunu vole 'lla cangia...--SkizoFreeNik 09:48, 28 Sitt 2007 (UTC)