Patti (ME)

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Patti
Patti-Stemma.png
Muttu: Tyndarium et Pactarum urbs nobilissima et magnanima
Nomu ufficiali: Patti
Pruvincia: Missina (ME)
Superfici: 50,14 km²
Abbitanti: 13.460
Dinzitati: 260 ab./km²
Cumuni cunfinanti: Giujusa (ME), Libbrizzi, Muntagnariali, Muntarbanu, Uliveri, San Pieru Patti
CAP: 98066
Prifissu telefònicu: +0941
Situ ufficiali: {{{situufficiali}}}

Patti è un cumuni di 13.460 abbitanti dâ pruvincia di Missina. Lu cumuni di Patti eni unu di cchiù antichi dâ pruvincia, pari ca havi cchiossai di milli anni, si chiamava ntornu a l'annu milli "pactae" e nascìu supra li ruvini di l'antica cità grecu romana di Tindaris, Patti oggi campa supra lu turismu di scavi archiològgici di Tìnnari e la villa romana sutta lu ponti di l'autostrata. Lu sinnacu di Patti eni Mauro Aquino, eletto na para d'anni fa. A Patti c'eni macari a cattedrali, unni staci u viscuvu Mons. Ignazio Zambito. Patti eni u centru da diocisi chi vaci da Oliveri fino a Tusa. U Santu Patronu di Patti è Santa Fibbronia: a festa si faci l'ultima duminica du misi di Lugliu macari puru se 'nto calendariu casca u 5 lugliu.

Patti avi puru na famusa scola chi eni u Liceo Vittorio Emanuele III, chi ogni annu faci manifestazzioni teatrali o Tinnaru 'nto teatru grecu.

Salvatori Quasimudu scrissi di versi pu Tinnaru intitolati 'Vento a Tindari'. A Patti c'eni macari a casa di Garibaldi unni stesi prima da battaglia di Milazzo. A spiaggia da Marina è una di chiu beddi da provincia e ogni annu venunu tantissimi turisti chi si fannu u bagnu e si manciunu a granita chi eni bona.

Lu santuariu dâ madonna nìura di Tindari.