Micheli Anzalone

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Castroforte (nomi 'mmagginariu). A città di Enna 'nno XVIII° Seculu di 'nna Historia di Castrogiovanni di Padre Giovanni dei Cappuccini.

Micheli Anzalone (Castrugiuvanni, 1 novembri 1912 - Bologna, giugnu 1984) (o Michele Anzalone ‘n ‘talianu) a statu ‘nu scritturi e 'nu dutturi sicilianu canusciutu specialmenti ppa so opira "Favole a Castroforte".

A so vita[cancia | cancia la surgenti]

Micheli Anzalone nascì a Castrugiuvanni (l'odierna Enna) u primu novembri do 1912. Campò e travagliò a Bologna unni esercitò a professioni di dutturi e di prufissuri. Ha alternatu u so impegnu nna professioni cu a so passioni ppa littiratura. Murì a Bologna 'nno misi 'i giugnu do 1984.

Opira[cancia | cancia la surgenti]

Ha pubblicatu tanti libri di narrativa ‘taliana cumu “Tra poco è giorno”, “Il sasso e l’erba”, “Finché c’è luce”.

Fra i so opiri di maggiori valuri “Favole a Castroforte” ca cunta, fra a storia e liggenda, faccenni, episodi, pubblici e familiari da città di Enna unni nascì e unni passò l’anni da so primissima giovintù.

Tituli[cancia | cancia la surgenti]

  • "N'autru tanticchia e agghiorna" (Tra poco è giorno, 1972);
  • "Nuzzioni di patuluggìa rispiratoria" (Nozioni di patologia respiratoria, Esculapio, Bologna, 1972);
  • "U mazzacani e l'erba" (Il sasso e l’erba, Longo, Ravenna, 1974);
  • "Finu a chi c'è lusciu" (Finché c’è luce, Forum, 1975);
  • "Nell'orta dâ riggina" (Negli orti della regina, M.Boni, 1977);
  • "Cunta di Castroforti" (Favole a Castroforte, Città armoniosa, Reggio Emilia, 1979);
  • "A cumpagnìa di l'essiri umani" (L’umana compagnia, Città armoniosa, Reggio Emilia, 1982).

Premi e ricanusciminti[cancia | cancia la surgenti]

Ha ricivutu, 'nno 1983, u Premio Napoli pi L'umana compagnia (1982). [1]

Ci assegnaru u premiu Euno, da parti do Kiwanis Club di Enna, 'nna so prima edizioni 'nno 1985.

Noti[cancia | cancia la surgenti]

  1. ^ Vincitori do Premio Napoli di narrativa.

Bibliografì[cancia | cancia la surgenti]