Jaci Casteddu (CT)

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Casteddu
Aci Castello-Stemma.png
Dittagghi: Stemma dô Casteddu
Muttu:  
Nomu ufficiali: Aci Castello
Pruvincia: Catania (CT)
Superfici: 8 km²
Abbitanti: 17.854
Dinzitati: 2232 ab./km²
Cumuni cunfinanti: Jaci Catena, Aciriali, Catania, San Grigoriu, Bedduvirdi
CAP: 95021
Prifissu telefònicu: +095
Lu casteddu di Jaci

Casteddu di Iaci (o Aci Casteddu e chiamatu simpricimenti Casteddu ntâ parrata lucali) è un cumuni di 19.122 abbitanti dâ pruvincia di Catania. L'abbitanti si chiamanu castiddisi.

Casteddu di Iaci assetta 208 km. di Girgenti (Agrigento), 136 km. di Nissa (Caltanissetta), 9 km. di Catania, di quali pruvincia apparteni, 105 km. di Castrugiuvanni (Enna), 87 km. di Missina, 258 km. di Palermu, 113 km. di Raùsa, 67 km. di Saraùsa (Siracusa), e 365 km. di Tràpani.

Lu cumuni havi n'aria di 865 èttari e la dinzitati d'abbitazzioni fa 2.210 abbitanti pi chilòmitru quatratu. Si nni acchiana nta na zona chiana e posta a 15 metri supra lu liveddu di lu mari.

È na stazzioni mpurtanti marìttima pupulari pi lu turìsimu. Casteddu di Iaci avanta na ricca pruduzzioni di citrati, alivi, racini, mènnuli, e ciriali. Assai sviluppata è la criscenza di vacchi comu cunziquenza di l’abbunnanza di pàsculu. Na spicialitati di l’artiggiani lucali è chidda fatta di lignu.

Lu nomu Casteddu di Iaci veni di lu stissu casteddu assittatu supra na vicina cullina di petra làvica. Fu fabbricatu nna lu 1076 di li Nurmanni. Lu primu burgu si sviluppau ntornu a lu casteddu e fu traslucatu di lu conti Ruggeru a li vìscuvi di Catania. Circa lu 1170 fu cumpritamenti disruggiutu di nu tirrimotu. Nun prima di lu 1530 fu ripupulatu cu l’annissioni di li vicini paìsi di Ficarazzi e Aci Trizza. Nna lu 1647 appartinni a la famigghia nòbbili Massa, unni ristetti sinu l’abbulizzioni di li diritti fiudali.

La Cresia Matri è di particulari ntiressi architittònicu a causa di li nutàbbili affreschi òpiri di Pietro Vasta (1697-1760). Lu Casteddu nurmannu alluggia nu museu fabbricatu cu petra làvica pruvinenti di lu Muncibbeddu.

Na nota ntirissanti è ca lu primu cafè littirariu di tutta Europa si grapìu in Francia e vinni funnatu nna lu 1686 di Procopio dei Coltelli, nativu di Aci Trezza, òi nu quarteri di Castiddu di Iaci. Si chiamau Cafè Procope pi fari canùsciri nni ddi banni lu megghiu megghiu gilatu sicilianu.

L'affascinanti paìsi di Aci Trezza è puru mpurtanti di lu puntu di vista littirariu. Fu misu nni lu granni rumanzu di Giuvanni Verga “I Malavoglia”.

L'abbitanti sunnu chiamati "castiddisi" 'n sicilianu e "castellesi" 'n talianu.

Jaci Casteddu a l'inizzi dô '900