Gimeddi Nete

Dâ Wikipedia, la nciclupidìa lìbbira.
Gimedde Nete
[[Image:| 230px|]]
 Paisi d'origini:  Italia
 Gèniri:  populari
 Piriodu d'attivitati:  1939 - 1989
 Casa discùgrafica:  {{{Bullu}}}
 Album:  ':   studiu;   0 live;   0 raccolti
 Situ Web:  {{{Situ Web}}}
[[Image:{{{Fotugrafia}}}| 230px|{{{Didascalìa}}}]]
Si mmita a siquiri stu mudellu


Li Gimeddi Nete fu nu gruppu musicali taliano ri musica pupulari fattu dî gimeddi Anna e Dumìnica Costamagna.

Storia dû gruppu[cancia | cancia la surgenti]

Originari ri Trinità, 'n provincia di Cuniu, nascirunu ntò 1911, e accuminzaru lu travagghiu ri sarti ricamatrici ntò paisi natiu pi studiari a musica di autodidatti, Neta (Anna) culla chitarra e China (Domenica) curu mandulinu.

Pi oltri quarant'anni cantarru li canzuna pupulari di l'Italiamondini e dû boom economicu. Ntò 2001 fu pubblicatu nu libbru supra l'attività artistica cu interventi di Renzu Arbori, Aldu Grassu, Micheli Serra e tanti autri autura [1].

China moriu ntò 1990. Neta continuò l' attività artistica ccu autri gruppi popolari, e moriu ntò 2002[2][3].

Discugraffia[cancia | cancia la surgenti]

Arcuni di loru pezzi chiù famosi sunu:

  • Amor di pastorello (amuri ri pecuraru)
  • Balocchi e profumi (jiocariaddi e profumi)
  • Canti nuovi
  • Creola
  • Donna
  • La piccola fioraia
  • Ladra
  • Meglio sarebbe
  • Miniera
  • Nina panca
  • Sogni d'oro
  • Stornelli campagnoli
  • Tic e tic, tac e tac (Gira, rigira biondina)
  • Un bacio a mezzanotte (nu vasu a mezzanotti)

Bibbliograffia[cancia | cancia la surgenti]

  • All'ombra di Gaia. Romanzo con figure: le gemelle Nete; di Marita Rosa, 2010, Ed. Ass. Primalpe Costanzo Martini, pagg 190.

Refirenzi[cancia | cancia la surgenti]

  1. ^ Tace la chitarra dell'ultima gemella Neta
  2. ^ Addio a Anna Costamagna, la sopravvissuta delle Gemelle Nete
  3. ^ Un successo strepitoso quello di ieri sera a Trinità per il "Gemelle Nete Pride"

Liami fora[cancia | cancia la surgenti]